2° appuntamento con “Organi marsicani”. L’organo della Chiesa di Sant’Angelo in Celano

Celano- Oggi andremo a conoscere più nel dettaglio l’organo più antico presente a Celano.

L’Organo della Chiesa di Sant’Angelo in Celano è situato in cantoria sopra la porta d’ingresso. Lo strumento è racchiuso in cassa di risonanza a tre campate, con 7 canne al centro e 9 ai lati che formano tre cuspidi. La tastiera di 45 tasti è incorporata nella cassa a finestra. Prima ottava corta, prima nota DO1 ultima DO5. Particolare importante è rappresentato dagli intarsi dei tasti e del listello sottostante. Sotto il leggio e sopra la tastiera  è incisa la seguente iscrizione: ‘EGO RAFAEL FEDELI A CAMERINO FECI ANO 1754’. Questa iscrizione può far pensare che sia proprio il costruttore di questo magnifico strumento, però un’altra scritta posta sul fondo del somiere porta scritto ‘EGO DOMINICUS ANTONIUS FEDELI A CAMERINENSIS FECI ANNO DOMINI  1757. Probabilmente i fratelli Fedeli, come si è portati a pensare visto i vari contratti dell’epoca (1750) che intestavano a ‘Fratelli fedeli della Rocchetta di Camerino- vedi Moretti ‘L’Organo Italiano ‘): I registri vengono inseriti tirando pomelli in ferro. La pedaliera non indipendente (unita alla tastiera) è in sesta e formata da 9 note. I modiglioni simili agli altri organi esaminati dei Fedeli. Questi i registri posti alla destra dell’organista su tre colonne:

  1. Principale,
  2. Ottava,
  3. Armonium,
  4. Contrabasso,
  5. Voce Umana,
  6. Flauto in 8’, Quinta decima,
  7. Decima nona,
  8. Vigesima nona,
  9. Vigesima sesta,
  10. Tromboncino,
  11. Ripieno.

Di particolare interesse è la tastiera (in foto) dagli intarsi dei tasti, unico esempio presente nella nostra zona.

L’organo è funzionante e viene utilizzato anche per alcune cerimonie e ricorrenze organizzate dalla confraternita, rimane comunque la possibilità con un piccolo investimento di riportarlo agli antichi splendori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.