8 anni in fuga, Polizia di Pescara trova il latitante durante un controllo

PESCARA – La latitanza di un cittadino rumeno quarantaduenne disoccupato è durata quasi otto anni e si è conclusa poco dopo le 2,00 di ieri notte sulla SS16 diramazione cittadina C, quando gli agenti della Polizia Stradale di Pescara, impegnati in attività di contrasto alla guida in stato di ebbrezza, lo hanno identificato a bordo un’Opel Insignia condotta da un residente in provincia di Chieti che è risultato positivo al test etilometro.

Lo straniero doveva scontare la pena di tre anni di reclusione alla quale il 5 Febbraio 2013 era condannato per una rapina impropria commessa a Chieti il 2 luglio 2009.

In quella circostanza – impossessatosi di oltre 100 litri di gasolio – aveva provocato lesioni al legittimo proprietario allo scopo di assicurarsi la refurtiva.

Non rintracciato e spostatosi verosimilmente nel paese d’origine, il 31 gennaio 2014 la Procura della Repubblica di Chieti aveva emesso l’ordine di carcerazione eseguita alle prime ore di domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.