A Bisegna, disponibile da subito la fibra di “Open Fibra”

574 unità immobiliari del Comune abruzzese sono state cablate con tecnologia FTTH, la stessa delle grandi città

BISEGNA – Dopo le grandi città finalmente anche gli abitanti dei piccoli borghi della provincia dell’Aquila potranno accedere a un servizio che permetterà loro di navigare fino a 1 Gbps (Gigabit al secondo) in modalità FTTH (Fiber to the home) cioè con la fibra ottica che entrerà direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici. La società guidata da Elisabetta Ripa sta infatti realizzando nelle cosiddette “aree bianche” oggetto dei tre bandi Infratel, con il contributo economico delle regioni coinvolte, un’infrastruttura che punta a ridurre il divario digitale fornendo servizi di connettività a banda ultra larga in oltre 9 milioni di abitazioni in tutta Italia.

A Bisegna l’azienda ha realizzato una nuova rete di oltre 6 chilometri che vede al momento 574 unità immobiliari con il servizio già disponibile per i clienti attraverso un’infrastruttura che rimarrà di proprietà pubblica e sarà gestita in concessione da Open Fiber per 20 anni. Complessivamente, il piano coinvolge oltre 7 mila comuni in tutta Italia.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso.  I clienti interessati non dovranno far altro che contattare un operatore (tra quelli  presenti sul sito www.openfiber.it)  scegliere il piano tariffario e navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. Quando l’utente ne farà richiesta, l’operatore selezionato contatterà Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con il cliente, con l’obiettivo di portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro l’abitazione. Al termine dell’operazione, l’utente sarà pronto a navigare alla velocità di 1 Gigabit al secondo, e beneficiare di servizi come lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina, e di tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, che abilita una vera rivoluzione digitale.

sindaco Antonio Mercuri

“Siamo veramente soddisfatti di quello che per noi è un vero evento – commenta il sindaco di Bisegna, Antonio Mercuri – perchè siamo sicuri che la fibra ci farà entare in maniera compiuta nell’era telematica. Finora abbiamo arrancato con le connessioni, spesso improbabili. Penso al telelavoro, alla telemedicina e a tanto altro che potrebbero ridare un certo impulso a piccoli comuni come il nostro. E magari – conclude il sindaco – attirare persone nei nostri centri, dove potranno fruire oltre che delle bellezze naturalistiche – perchè siamo in pieno Parco d’Abruzzo – e della genuinità dei prodotti e della gente che vi abita, ora anche della tecnologia più avanzata grazie alla fibra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.