A Castel di Sangro le Azzurre calano la manita su Malta:5-0

Castel di Sangro– Nella cornice abruzzese di Castel di Sangro va in scena una giornata di calcio dal fiocco rosa ma con la maglia azzurra.

Stadio Castel di Sangro

Infatti, lo stadio abruzzese è stato scelto per ospitare la per le qualificazioni degli Europei Femminili 2021. La sfida è fra l’Italia, nettamente favorita, e Malta, che cerca comunque di contendere punti preziosi.

L’Italia parte senza Sara Gama titolare, baluardo difensivo, ma con una Girelli (stella della Juventus) che si prospettava protagonista, visto anche il suo grande periodo di forma e la fascia da capitano.

Di sicuro Girelli non deluderà, sempre nel vivo del gioco, ma stranamente mancherà la rete, almeno oggi.

Cristiana Girelli nella sua esultanza (purtroppo oggi mancata)

Ma l’Italia non è solo il suo numero dieci, anzi presenta un organico collettivo verso il quale Malta ha ben poche speranze.

Il primo gol arriva sull’idea geniale di Valentina Cernoia (altra giocatrice scuola Juventus) che disegna una punizione perfetta al 27esimo.

Cernoia capisce che è la sua giornata e non perde occasione per entrare nel vivo della giocata. Trova così la doppietta al 37esimo, concludendo un’azione corale e marcando la sua seconda gioia personale della giornata.

Valentina Cernoia, doppietta per lei oggi

Malta che subisce il contraccolpo morale dell’1-2 delle Azzurre in 10 minuti e non riesce a rientrare in partita. Infatti dopo 4 minuti dalla doppietta della Cernoia, arriva il 3-0 di Daniela Sabatino (attaccante del Sassuolo). Minuto 37 e l’Italia è già avanti di 3.

Daniela Sabatino (Sassuolo)

L’Italia ormai è padrona del campo e dilaga senza più un argine, e riesce a calare il poker contro un’incolpevole Malta, ormai in balia delle avversarie. La quarta marcatura arriva grazie al piede di Manuela Giugliano (centrocampista offensivo della Roma) che si fa trovare al posto giusto al momento giusto quando tutti si sentivano già negli spogliatoi per l’intervallo.

Manuela Giugliano (Roma)

Nel secondo tempo l’Italia contiene le timide offensive di Malta, che vorrebbe cercare almeno il gol della vittoria, ma non vorrebbe scoprirsi ulteriormente. Infatti è solo nel finale che l’Italia trova il suo quinto gol, ormai nei minuti di recupero. E questo quinto gol è la prima marcatura in nazionale per una giovanissima Giada Greggi (classe 2000, centrocampista della Roma): 5-0 la manita è servita.

Giada Greggi (Roma)

Azzurre che lasciano l’Abruzzo contente, soddisfatte e con la testa del girone del gruppo B a punteggio pieno. L’unica nota negativa infatti arriverà dalla doppia ammonizione proprio di una delle protagoniste, ovvero Giugliano, che arriva al cartellino rosso. Ma, come evidenziato dalla CT delle Azzurre:” Dispiace per l’espulsione, ma questa squadra sa sopperire alle assenze”.

Italia femminile che prende sempre più piede nel mondo sportivo, portando a casa grandi risultati ed iniziando a far emergere, oltre ai club, quella splendida realtà che sta diventando il calcio femminile; in continua evoluzione e sempre più di successo anche e soprattutto contro coloro che lo hanno discreditato nel tempo. In bocca al lupo ragazze!

5 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *