Abbigliamento intimo nocivo per la salute delle persone. Maxisequestro di Polizia Locale e Agenzia delle Dogane e Monopoli

RIETI – La Polizia Locale di Rieti e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dell’Ufficio delle dogane di Viterbo, sezione di Rieti, hanno effettuati sul territorio controlli contro la contraffazione di merci e beni.

Nell’ambito di questa attività, quindi, gli operatori hanno sequestrato articoli di abbigliamento intimo risultati non conformi a quanto dichiarato in etichetta, in violazione della normativa vigente a tutela della salute dei consumatori.

L’operazione ha permesso di sventare l’immissione sul mercato di articoli nocivi per i consumatori, confermato anche a seguito degli approfondimenti, e le analisi operate dal Laboratorio Chimico di Roma dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli hanno fatto emergere che, parte della merce campionata presso un esercizio commerciale situato nel Comune di Rieti, non era a norma.

Gli articoli non conformi sono stati sottoposti a sequestro penale e il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per frode in commercio di prodotti con segni mendaci.

L’operazione congiunta è stata eseguita nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra l’Agenzia delle Dogane e Monopoli – DT IV Lazio e Abruzzo ed il Comune di Rieti, formalizzato a Gennaio 2022, per il contrasto alla vendita di merci contraffatte e/o nocive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.