Abruzzo: giallo, ma maculato di rosso

Pescara – Scoppiano nella gialla Abruzzo, 3 focolai di Covid-19. Marsilio costretto a macchiare di rosso la Regione. (ORDINANZA A FINE ARTICOLO)

Si registrano infatti i casi a Tocco da Casauria (PE), San Giovanni Teatino e Atessa (CH), ma restano sorvegliate speciali dalla Regione e dalla Asl anche Chieti e Francavilla al mare.

Appellandosi quindi all’art. 3 del DPCM 3 Dicembre 2020, il Presidente di Regione Marco Marsilio decide per delle piccole “zone rosse” per contenere i focolai. Vediamo dunque le misure previste, alcune per i comuni specifici, altre per la Regione tutta:

  • Divieto di aggregazione nelle piazze e nei centri storici , su tutto il territorio regionale, per la periodicità ovvero sino a diverso provvedimento;
  • Il rigoroso rispetto delle distanze sia all’interno delle strutture pubbliche che in quelle private, con implementazione delle attività di controllo correlate;
  • Il contingentamento degli ingressi in tutti i locali commerciali, su tutto il territorio regionale, per la periodicità;
  • L’applicazione estensiva delle disposizioni di cui alla circolare ministeriale del 31.01.2021 in ordine alla riammissione in comunità ed alla donazione di sangue, decorsi i 14 giorni dall’inizio del periodo di quarantena;
  • L’attivazione della didattica a distanza per 14 giorni, con decorrenza dal 08.02.2021, nelle scuole secondarie di secondo grado, su tutto il territorio regionale;
  • Sono consentiti l’ingresso e l’uscita ai e dai Comuni di Tocco da Casauria, Atessa e San Giovanni Teatino al personale sanitario e quello deputato ai servizi alla persona, ai volontari e funzionari della Protezione civile nazionale e regionale, al personale delle forze di polizia, del corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonché delle forze armate, nell’esercizio delle proprie funzioni;
  • Sono consentiti l’ingresso e l’uscita ai e dai Comuni di Tocco da Casauria, Atessa e San Giovanni Teatino in presenza di condizioni di comprovate ragioni di salute (ricovero ospedaliero, stato di gravidanza, patologie che necessitano di visite o cure indifferibili) debitamente certificate;
  • Sono consentiti l’ingresso e il transito per e nei Comuni di Tocco da Casauria, Atessa e San Giovanni Teatino al personale impegnato nel trasporto finalizzato al rifornimento e al funzionamento di servizi essenziali, previa esibizione da parte di quest’ultimo di idonea documentazione relativa alla merce trasportata e alla destinazione della stessa;
  • In tutti gli altri eventuali casi non contemplati nelle lettere precedenti, l’ingresso ai Comuni di cui al punto 1 è possibile esclusivamente a fronte di apposita autorizzazione rilasciata dal Sindaco;
  • Nei casi non contemplati nelle lettere precedenti, l’uscita dai comuni di cui al punto 1 è possibile esclusivamente previa apposita autorizzazione rilasciata, sulla base di proprie valutazioni, dal Sindaco a fronte di evidenze rappresentate dagli interessati in ordine all’urgenza e indifferibilità dell’impiego.

Questi i punti dell’ordinanza, in vigore da domani e che varrà almeno per 15 giorni nei comuni indicati. Sperando che le macchie rosse non si espandano, trasformando l’Abruzzo a mano a mano nella Regione dalmata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.