Addio anche a “Pucci”, storica titolare del negozio “Elpe” di Avezzano

In due anni scomparsi tutti i commercianti che hanno fatto la storia del centro cittadino

AVEZZANO – Se n’è andata anche lei, forse il simbolo delle donne imprenditrici e commercianti di Avezzano.

Al secolo Giuseppina Pelino, 73 anni, titolare del negozio di calzature più noto della città, e probabilmente della Marsica, era conosciuta da tutti, in città e fuori come “Pucci“.

Donna solare, coraggiosa, moderna, interessata della città e della cultura, sempre pronta a prendere parte a tutte le iniziative che potessero in qualche modo arricchire la sua amata Avezzano.

“Pucci”

Nel 2014, dopo 65 anni, “Elpe“, il negozio della sua famiglia, ha però chiuso i battenti, “Pucci”, giustamente, aveva deciso di godersi la pensione e fare quello che, seguendo il suo negozio con grande dedizione e la passione, non aveva potuto fare prima.

Purtroppo un male implacabile, l’ha colpita e lei, come al solito, ha combattuto e reagito. Ma, oggi, il suo cuore generoso e forte ha detto basta. I funerali di “Pucci” si terranno domani alle 16 nella chiesa parrocchiale di San Rocco.

Con “Pucci” se ne va, in pratica, l’ultima testimone di una generazione di commercianti che, diciamocelo con tutta sincerità, fra gli anni ’60 e gli anni ’90, hanno fatto conoscere la grande vocazione commerciale di Avezzano in tutto l’Abruzzo e oltre. In questi ultimi ventiquattro mesi abbiamo detto addio a Corrado e Raffaele della “Pizzeria Sughino”, a Peppe Nanni del “Bar Olimpia“, a Maria Lanciotti dell’Edicola dei Giornali all’angolo di via Marconi e, proprio di recente, a Claudio Favoriti che, ormai, 30 anni fa, aveva ripreso il bar “Gran Caffè” e l’aveva portato al livello di oggi.

Storie esaltanti di una Avezzano che sta sparendo e che bisognerebbe invece ricordare e valorizzare per far sì che le vite di questi imprenditori, soprattutto quelle al femminile, possano diventare esempio di coraggio e inventiva per le giovani generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *