Al “Pollione” di Avezzano innovazione tecnologica e didattica

AVEZZANO – La ripartenza scolastica, avvenuta il 13 settembre, ha fatto registrare, nonostante le ancora presenti difficoltà legate al Covid, belle novità che spazzano il cielo dalle nubi che pure si vorrebbe continuare ad addensare sui cieli della scuola.

Il Liceo Scientifico “V. Pollione” di Avezzano, al tavolo dell’innovazione e dell’inclusione, sta evidentemente puntando tutto sulla tecnologia e sulla didattica.

Schermi touch in tutte le aule; collegamenti wifi potenziati e cablati con la fibra su tutti i 9000mq della struttura; si sta allestendo un nuovo laboratorio di chimica.

Tante le innovazioni tecnologiche al servizio della didattica

Si sta provvedendo all’acquisto di di dispositivi per lo studio dell’anatomia e della fisiologia che verranno apparecchiati presso il laboratorio di scienze.

Last but not least, la sicurezza ha ricevuto un’attenzione particolare, in quanto tutte le attrezzature sportive sono state sottoposte e verifica da parte di una ditta specializzata.

È di tutta evidenza come, in termini di didattica, si determineranno ottimali condizioni per agevolare il processo di insegnamento/apprendimento e consentire a tutti di parteciparvi.

L’uso delle tecnologie rappresenta infatti, una delle metodologie di cui i docenti possono servirsi per ampliare/integrare le loro lezioni.

Non si tratta di sostituire il modo di far lezione, qualunque esso sia.

Al contrario, immagini, video, suoni utilizzano, contemporaneamente ma anche no, canali di comunicazione diversi per presentando lo stesso contenuto.

C’è dunque, la possibilità di rispettare gli stili cognitivi degli studenti e dare modo a ciascuno di prender parte attivamente alle lezioni e ricavarne il meglio.

Si opera così per la crescita culturale e il successo formativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.