Al via la I edizione del “Giumentina Fest” il festival di musica, teatro e arte popolare

I Lupi della Maiella

Domenica 26 giugno presso “Tholos” l’ecomuseo della Valle Giumentina in località Abbateggio, nel cuore del Parco Nazionale della Maiella, prenderà il via la prima edizione del Giumentina Fest, festival di musica, teatro e arte popolare con la Direzione Artistica di CuntaTerra e Sebastian Giovannucci e organizzato in collaborazione con la cooperativa il Maggiociondolo

Il suggestivo complesso di capanne e costruzioni pastorali in pietra a secco dell’ecomuseo Tholos, gestito da Adamo D’Alessandro, sarà animato nei mesi di luglio e agosto da tre intense giornate ricche iniziative culturali, spettacoli e concerti, attività laboratoriali ed esperienziali in natura per adulti e bambini.

Non mancherà, naturalmente, la possibilità di assaggiare i prodotti del territorio con gli “spuntini contadini”.

La prima giornata di festival, domenica 26 giugno, si aprirà alle 16 con le attività dedicate ai più piccoli e alle famiglie tra cui laboratori in natura a cura del Maggiocondolo e visite guidate al museo.

Alle 17,30 le danzatrici e i danzatori di CuntaTerra, Alessandro Salerno, Chiara Spina e Claudio D’Alò, coinvolgeranno i partecipanti in un laboratorio di danza tradizionale sulla saltarella e sulla ballarella dell’area occidentale della Maiella.

Alle 19,30 prenderà il via il concerto dei Lupi della Maiella, gruppo di musica tradizionale abruzzese che per l’occasione si esibirà in formazione completa a cinque elementi: Marcello Sacerdote (voce, percussioni tradizionali e zampogna), Sebastian Giovannucci (voce e mantici tradizionali), Alessandro Salerno (voce, percussioni e tamburi a cornice), Saverio Di Pasquale (chitarra e bouzouki), Berardo Piccioni (basso tuba).

La Valle Giumentina

«La Valle Giumentina è un posto del cuore – spiega il Direttore artistico del Festival Sebastian Giovannucci – in qualche modo sentiamo di appartenere a questi luoghi e molti dei materiali del lavoro di ricerca che con CuntaTerra portiamo avanti da tanti anni provengono proprio da qui, dagli innumerevoli incontri che abbiamo fatto con la gente di queste montagne, primo fra tutti l’indimenticabile pastore poeta Paolino Sanelli.

Sebastian Giovannucci

Ecco perché ci sembrava doveroso – prosegue Sebastian – restituire a questo territorio la gratitudine di essere stato per noi fonte di arricchimento e motivo di processi creativi e artistici».

Il Giumentina Fest nasce con la volontà di rinsaldare legami e relazioni, tra cui quella con l’ecomuseo Tholos e con la cooperativa il Maggiociondolo, che già negli anni passati hanno contribuito alla realizzazione di iniziative di musica e teatro nella splendida cornice dell’ecomuseo e che hanno registrato una grande partecipazione di pubblico.

«Abbiamo deciso di partire proprio da queste positive esperienze – continua Sebastian Giovannucci – con l’obiettivo di valorizzarle in un programma che, speriamo, diventi via via sempre più strutturato e importante.

Questa prima edizione sarà una sorta di banco di prova di un progetto che abbiamo sicuramente intenzione di implementare per gli anni a venire».

La seconda e terza giornata del festival si terranno sabato 23 luglio e domenica 7 agosto.

Il programma prevede, oltre ai laboratori e alle attività pomeridiane tra cui tiro con l’arco e “Tholos e stelle”,  la replica dello spettacolo di narrazione e musica “I miei sogni sulla Maiella” liberamente tratto dal libro “I miei sogni sono stati tutti sulla Maiella” di Paolino Sanelli con Marcello Sacerdote e Sebastian Giovannucci e il concerto “Cimarù in versi – echi d’Abruzzo e radici del mondo in musica” con Sebastian Giovannucci, Saverio Di Pasquale, Domenico Candellori e con la voce narrante di Massimiliano Fusella.

Marcello Sacerdote

Per info e prenotazioni:

348 494 5829 – Adamo

https://www.facebook.com/events/1359363428227596/1359363438227595/?active_tab=about

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.