Allievo ispettore di Polizia Penitenziaria e Polizia di Stato soccorrono uomo in stato di forte ebbrezza a rischio investimento stradale

SULMONA – Un uomo dall’apparente età di 50 anni, con accento straniero, è stato soccorso e messo provvidenzialmente in salvo ieri sera da un allievo Vice Ispettore di Polizia penitenziaria (allo stato in attività formativa presso la scuola di Fonte d’Amore) e da una pattuglia della Polizia di Stato dallo stesso poliziotto penitenziario richiesta a mezzo 113.

Intorno alle 19.45, il Poliziotto penitenziario, mentre con la moglie rientrava in casa, all’altezza della sua residenza, a Sulmona, ha notato l’uomo, in condizioni fisiche alterate.

Il soggetto, infatti, barcollava e, verosimilmente ubriaco, camminava pericolosamente sul ciglio della strada tanto che due automobilisti, di passaggio in quel momento, riuscivano per mera fortuna a schivarlo.

Considerato lo stato critico venutasi a creare, e onde evitare ulteriori e pericolose conseguenze per se stesso e per gli altri, il basco blu si adoperava immediatamente per soccorrere, assistere e mettere in salvo l’uomo e, contestualmente, chiedere l’ausilio della Polizia di Stato che in pochissimi minuti è giunta sul posto.

Mentre il poliziotto penitenziario parcheggiava la sua auto per intervenire, il cinquantenne, a causa del suo eccessivo ondeggiare, ha perso l’equilibrio ed è fino a terra, invadendo parte della carreggiata col serio rischio di essere investito.

Nel cadere, l’uomo si è procurato lesioni leggere ed escoriazioni in prossimità del piede sinistro.

Il poliziotto penitenziario, oltre a portarlo fuori dalla sede stradale, si è preso cura di lui e, scortandolo verso una postazione più scura, ha iniziato a rincuorarlo fino all’arrivo della pattuglia del 113.

Gli agenti della Ps, quindi, con estrema cura, hanno preso in consegna la persona in questione al fine di procedere alla sua identificazione e portare avanti gli adempimenti del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.