Ama: raggiunto la retribuzione ai dipendenti: firmato “l’accordo di Natale”

L’Aquila – Dopo anni di stipendio poco conforme a quello davvero meritato ai dipendenti Ama, spesso impegnati nelle mansioni con una retribuzione che non si suddivideva in base
all’anzianità di servizio ma ad una distinzione che divideva tra lavoratori assunti prima o dopo il 1999.

Oggi, un anno dopo dal percorso che ebbe inizio per un salario meritevole, finalmente viene raggiunto un traguardo di alto valore sostanziale e simbolico, grazie alla sottoscrizione dell’accordo tra azienda e parti sociali.

Con l’accordo di Natale’ firmato dall’amministrazione unico dell’Azienda per la mobilità aquilana, Giammarco Berardi, da Domenico Fontana della Filt Cgil, Angelo De Angelis della Fit Cisl,  e le Rsa Venturino Di Marzio della Fit Cisl, Valerio Masciovecchio della Filt Cgil e Pierluigi Del Signore dell’Ugl, è stata raggiunta una perequazione salariale tra lavoratori. L’accordo, pertanto, è stato siglato dalla maggioranza della Rsa, benché non sottoscritto da tutte le sigle.

Al termine di una videoconferenza nella mattina del 24 Dicembre, il sindaco Pierluigi Biondi informa e rassicura: È stato sancito un principio di equità di cui beneficeranno i conti
dell’azienda ma che, al contempo, garantisce al personale un congruo
riconoscimento sotto il profilo economico. – spiega il sindaco – Un obiettivo raggiunto al termine di numerose, complesse e lunghe riunioni, svolte sia in presenza sia a distanza, del tavolo di confronto promosso a seguito delle indicazioni giunte dal prefetto e di cui mi sono fatto garante oltre che promotore”.

Un ringraziamento va a coloro che hanno reso possibile questo importante risultato: ai lavoratori e al loro senso di responsabilità, all’amministratore unico per la disponibilità al dialogo, agli assessori Carla Mannetti e Fausta Bergamotto che hanno seguito costantemente la vicenda, e infine  ai rappresentanti del sindacato che hanno dato il loro aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.