Ancora una barca insabbiata al porto di Pescara

Pettinari: “Intervenire subito; è chiaro che i lavori messi in campo dal centrodestra non rappresentano una soluzione”

PESCARA – “A tutta la marineria pescarese va la mia completa solidarietà. È inaccettabile che una risorsa come il porto di Pescara venga sistematicamente messa a rischio da quella che sembra essere una pessima gestione ordinaria. Dopo quest’ultimo incidente appare chiaro che i lavori in essere non sono risolutivi e quindi si continuano a generare danni inestimabili ai pescatori e all’indotto economico che rappresenta il cuore pulsante di Pescara.”

Le dichiarazioni arrivano dal Vicepresidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari a commento della notizia apparsa sugli organi di stampa relativa all’incidente che ha coinvolto un’imbarcazione nel porto canale nei giorni scorsi.

“Dalla Regione a trazione Lega, Fratelli D’Italia e Forza Italia – continua Pettinari – abbiamo ascoltato grandi annunci e grandi parole ma ancora una volta sono stati smentiti dai fatti. Addirittura gli stessi armatori parlano di “punto di non ritorno” per il Porto canale. Chi del mare ci vive ha chiesto più volte un dragaggio costante dei fondali e non solo quando si creano le secche che rendono impossibile o difficoltoso il passaggio. Bisogna intervenire sul fiume e sul porto canale in sinergia, le soluzioni tampone sono costose e ogni anno ripresentano lo stesso problema. Attendere le grandi opere e nel frattempo abbandonare a sé stessa l’intera marineria è impensabile.”

Conclude il pentastellato: “Il settore è già stato pesantemente colpito dai disagi generati dall’emergenza sanitaria, non possiamo aspettare un giorno di più. Mi auguro, almeno, che Regione Abruzzo e Comune mettano in atto tutto quanto a disposizione per ristorare i pescatori che continuano a subire danni nel porto canale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.