Arrestati un cittadino polacco colpito da mandato di arresto europeo ed un filippino a seguito di Ordinanza emessa dalla Procura di Roma

Nel corso di serrati controlli a seguito di predisposti servizi per garantire maggiore presenza sul territorio, i Carabinieri della Compagnia di Poggio Mirteto hanno eseguito due arresti. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia mirtense, nel corso di specifici posti di blocco, hanno fermato in località Borgo Quinzio di Fara in Sabina,
un’autovettura condotta da un 40enne cittadino polacco, regolarmente residente in Italia; la persona, durante il controllo, faceva trapelare un certo nervosismo che ha indotto i militari ad approfondire gli accertamenti.

Al termine degli stessi, condotti anche la fattiva collaborazione della Direzione Centrale della Polizia Criminale – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno, è emerso che l’uomo, sin dal dicembre 2002, era colpito da un “Mandato di Arresto Europeo” emesso dal Tribunale Regionale di Busko Ozdroj (Polonia), dovendo scontare una pena di anni 2 e mesi 2 di reclusione, poiché condannato per lesioni gravi, a seguito di sinistro stradale provocato dallo stesso in Polonia, mentre era alla guida di una autovettura in stato di accertata
ebbrezza alcoolica.

I militari, hanno così provveduto a dare seguito alla richiesta di arresto provvisorio ai fini estradizionali e tradotto il predetto in carcere, a disposizione del Presidente della Corte d’Appello di Roma, competente per la convalida dell’arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.