Arresti e denunce dei Carabinieri di Pescara nel fine settimana in controlli effettuati su tutto il territorio

PESCARA – Fine settimana di gran lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Pescara che hanno proceduto a diversi arresti e denunce in tutto il territorio di competenza.

I Carabinieri della Stazione di Spoltore, hanno denunciato, al termine di appositi accertamenti, due uomini del posto, di 63 e 56 anni.

I due, autonomamente l’uno dall’altro, avevano manomesso il contatore del gas metano, posto all’esterno delle proprie abitazioni, e da oltre dieci anni si sono appropriati di gas della società Enel energia rete gas spa.

Il danno finanziario è in corso di quantificazione da parte della stessa società fornitrice e derubata.

I Carabinieri del Nor della Compagnia di Pescara, la notte scorsa, a Pescara, hanno arrestato un giovane marocchino di 38 anni, domiciliato nel teramano, con precedenti di polizia e di tossicodipendenza.

Il giovane era colpito da ordine di carcerazione emesso nei suoi confronti della Procura Generale della Corte di Appello dell’Aquila per una serie di reati.

Lo stesso, ora rinchiuso nel carcere di Lanciano dovrà scontare la pena di anni 2 e mesi 8 di reclusione.

I Carabinieri della Stazione di Pescara Colli, ieri mattina, hanno invece denunciato, per resistenza a pubblico ufficiale, un pescarese di 19 anni.

Questi, fermato nel quartiere Zanni per un normale controllo alla circolazione stradale mentre guidava una Smart, a seguito di contestazione per un’infrazione, con uno scatto d’ira, si è riappropriato dei propri documenti di guida, impedendo ai militari di formalizzare la contravvenzione.

I Carabinieri della Stazione di Cepagatti, infine, hanno denunciato alla Procura di Pescara, un trentasettenne del posto che, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di 6 gr. di sostanza stupefacente del tipo hashish ed un bilancino di precisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.