Arrivano i clown e una misteriosa caccia al tesoro in questo fine settimana ad “Avezzano Bimbi”

Il Comune di Avezzano patrocina un nuovo weekend di divertimento per bambini e famiglie, sotto il tetto coloratissimo di “Avezzano Bimbi“.

Un’iniziativa che sta riscuotendo sempre più successo e consenso da parte della popolazione. Il fine settimana del 22 e del 23 ottobre, sarà dedicato completamente all’allegria dei clown.

Il fine settimana di giochi in piazza incomincerà il 22 ottobre, a partire dalle ore 16 del pomeriggio, con la caccia al tesoro, organizzata da Coccodrago Centro Educativo.

Successivamente, ampio spazio alla baby dance in Piazza Risorgimento, location prescelta anche questa volta per tutti gli eventi per i più piccoli.

“Grazie ad una perfetta collaborazione tra l’amministrazione comunale e la direzione artistica di ‘Avezzano Bimbi’, affidata a Donato Neri, – dice la consigliera comunale Federica Collalto che ha curato l’iniziativa assieme all’assessore Pierluigi Di Stefano – riusciremo ancora a stupire le famiglie della città e della Marsica”.

Si continuerà, poi, domenica mattina (23 ottobre) con le danze colorate e le mascotte in festa, dalle ore 10.

Rullo di tamburi, infine, per il Clown Show, previsto per domenica 23 ottobre, di pomeriggio, dalle ore 18 alle 19, con la compagnia Chien Barbu Mal Rasè: duo di clown formato dagli artisti Daniele Spadaro ed Emanuele Avallone, famosissimo in tutta Italia, noto per spettacoli di teatro, performance estemporanee e spettacoli itineranti.

“Questo fine settimana (che precede quello di Halloween) – conclude la consigliera comunale – sarà legato anche al tema della prevenzione nell’età infantile.

Grazie alla preziosa disponibilità e alla fruttuosa collaborazione del  Servizio Specialistico di Oculistica della Casa di Cura Di Lorenzo, diretto dal dottor Guido Ippoliti, e con il supporto dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Provincia dell’Aquila, per tutta la giornata di domenica, i nostri figli, nella fascia di età dai 4 ai 10 anni, potranno sottoporsi gratuitamente ad uno screening visivo pediatrico”.

Tutta la giornata del 23 ottobre, difatti, sarà dedicata alla prevenzione dell’occhio pigro.

“L’ambliopia o più comunemente ‘condizione’ da occhio pigro può essere causata da un difetto di strabismo, da una vista differente tra i due occhi o da una specifica patologia tale da impedire la vista in un solo occhio. – dicono gli specialisti – Lo screening ha lo scopo di effettuare una prima valutazione oculistica per eventuali approfondimenti diagnostici”.

Il team specialistico sarà composto dai medici oculisti Guido Ippoliti, Nicola Benedetti, Arianna Fiasca, Vittoria Perrotta e Barbara Scatena e dalle ortottiste Domenica Aureli e Alessia Ippoliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.