Assegnati 2.400.000 euro a San Benedetto dei Marsi per la demolizione e ricostruzione di un nuovo asilo nido

SAN BENEDETTO DEI MARSI “Con Decreto del Direttore Generale e Coordinatore dell’Unità di Missione per il Pnrr del Ministero dell’Istruzione del 26 Ottobre 2022 n. 74 – fa sapere il Sindaco Quirino D’Orazio congiuntamente all’Amministrazione – finalmente è stata sciolta la riserva sull’ammissibilità del contributo richiesto dalla nostra Amministrazione comunale.

A seguito dell’approfondita istruttoria e dei chiarimenti da noi forniti, l’Unità di missione del Ministero dell’Istruzione ha ufficialmente assegnato alla nostra Città un finanziamento di € 2.400.000 sui 2.500.000, inizialmente richiesti.

Grazie a questo ennesimo e straordinario contributo – continua D’Orazio – si completerà l’operazione di messa in sicurezza di tutti i plessi scolastici di San Benedetto dei Marsi e si amplierà l’offerta didattica e formativa con la realizzazione di un nuovo asilo nido, che consentirà l’attivazione di un nuovo servizio che mancava alla nostra Città, offrendo ai genitori dei bambini di età compresa tra 0 e 2 anni la possibilità di avere una valida soluzione per contribuire alla crescita dei propri figli.

Dopo l’avvio dei cantieri per:

– la demolizione e ricostruzione del Plesso Scolastico di Via San Cipriano, per il quale è stato ottenuto un contributo di € 5.450.000, incrementato del 20% circa per fronteggiare l’aumento dei prezzi dei materiali;

– il consolidamento e adeguamento sismico dell’edificio ospitante la Scuola dell’Infanzia U. Sclocchi sita in Via Italia, per il quale è stato ottenuto un altro finanziamento di oltre € 800.000 anch’esso incrementabile del 20% circa per fronteggiare l’aumento dei prezzi dei materiali;

si dovranno aggiudicare, in considerazione della milestone europea non derogabile, entro il 31 marzo 2023, i lavori di demolizione e ricostruzione dell’edificio sito in Via Leopardi, che oggi ospita, due classi della Scuola Primaria e le Sezioni degli alunni della Scuola dell’Infanzia U. Sclocchi, proprio per consentire l’esecuzione degli appalti sopra citati e già cantierati.

Con questi ulteriori € 2.400.000 possiamo dire che la saga della messa in sicurezza tutti gli edifici pubblici dedicati all’offerta didattica e formativa potrà considerarsi conclusa.

Se penso che in questi difficili anni di amministrazione siamo riusciti a reperire, solo per quanto attiene l’edilizia scolastica, oltre 10 milioni di euro – conclude il Sindaco – è per me, per i miei assessori, i miei consiglieri e per tutto il personale comunale un vero e grande motivo di orgoglio.

Avanti così, questa città cresce giorno per giorno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.