“Aulularia”, in scena attori speciali per l’inclusione: gli ospiti del Centro Diurno “G. Lepore” di Sulmona

Quando l’arte incontra la vita vera in tutte le sue manifestazioni il risultato è straordinario e la realtà riesce a superare di gran lunga l’immaginazione.

Quando l’arte teatrale incontra la malattia mentale vince qualunque stigma e pregiudizio che viene rivolto alle persone speciali che ne soffrono o ne hanno sofferto.

A questo hanno creduto e hanno lavorato i professionisti del Teatro Maria Caniglia, il personale del Centro Diurno “G. Lepore”- Dipartimento di Salute Mentale – Asl 1 Abruzzo, il regista Mario Massari e naturalmente, gli ospiti del Centro Diurno che, nell’ambito del percorso di alfabetizzazione teatrale venerdì 8 luglio alle ore 21, presso l’incantevole cortile della SS. Annunziata a Sulmona daranno vita alla commedia “AULULARIA” liberamente ispirata al lavoro di Plauto con l’adattamento realizzato da Mario Massari.

Lo spettacolo – che è stato interamente finanziato dal Teatro Maria Caniglia, che ne ha curato anche la produzione e l’allestimento – rappresenta un’esperienza dal grande valore sociale, ponendo in atto una serie di metodologie riabilitative e inclusive, con il nobile obiettivo di favorire una ulteriore e diversa modalità di conoscenza e sviluppo del sé e del sé in rapporto agli altri.

Un testo per divertire e divertirsi, “divergendo” con e attraverso il gioco del teatro.

Il  Direttore Artistico della stagione di prosa del Teatro Maria Caniglia di Sulmona, il M° Patrizio Maria D’Artista, così commenta la scelta artistica «Per sua natura il teatro porta con se una testimonianza forte dell’opportunità di poter essere altro dal pregiudizio e lo fa mostrandosi su di un palcoscenico, rivelando al pubblico la grande capacità espressiva e comunicativa di attori che hanno vissuto in prima persona la sofferenza e lo stigma derivante della malattia mentale e che hanno avuto il coraggio di trasformarlo in potenzialità artistica» e rinforza  il suo dire confermando per il futuro il pieno appoggio del teatro a iniziative di questo genere, soprattutto se legate a strutture del territorio.

Nell’anteprima proposta il 9 aprile scorso, la rappresentazione fu inserita all’interno del programma della II edizione del Sulmona Teatro Festival – Teatro Corto a cui parteciparono le associazioni teatrali sulmonesi che aderirono al “Caniglia in rete”.

Informazioni:

Mobile: 3299339837

Sito: www.teatromariacaniglia.com

Fb: Teatro Maria Caniglia

mail: info@teatromariacaniglia.com

Spettacolo gratuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.