Autotrasporto, dal Governo 80 milioni a sostegno della categoria

Ferrone: «Aiuti alle imprese per far fronte all’emergenza, in campo anche risorse per avvicinare i giovani»

PESCARA – «La complessa vertenza con il Governo ha avuto una svolta nell’ennesima riunione di ieri sera: sono stati infatti destinati 80 milioni di euro del Decreto Energia a sostegno delle imprese di autotrasporto per aiutarle in questa fase così complicata a causa degli inauditi aumenti del prezzo del gasolio: 80 milioni di euro che verranno ripartiti in modo tale da aiutare sia i piccoli autotrasportatori artigiani sia le imprese più strutturate».

Lo dice soddisfatta Luciana Ferrone, presidente degli autotrasportatori abruzzesi della CNA-Fita, sottolineando come accanto ai finanziamenti stanziati per far fronte all’emergenza vi siano anche risorse destinate a misure volte ad avvicinare i giovani al mestiere di autista dei mezzi pesanti, grazie a voucher a copertura delle spese per il conseguimento delle patenti superiori.

Le misure più strettamente economiche fanno il paio con l’apertura di un “tavolo delle regole” in cui saranno messi per iscritto alcuni punti fermi nel rapporto tra committenza ed autotrasportatori: primo fra tutti l’adeguamento automatico obbligatorio delle fatture alle variazioni del costo del carburante.

«La decisione è arrivata al termine di una trattativa lunga ed estenuante – conclude Ferrone – che ha messo in evidenza il ruolo imprescindibile delle associazioni di categoria come rappresentanti dei legittimi interessi delle imprese, senza cedere il fianco a proteste illegittime e violente che spesso sconfinano nell’illegalità, senza che vi siano proposte concrete per difendere i nostri interessi in una fase così complicata, ma che mirano solo a creare destabilizzazione e rancore. Tutte cose di cui certo la categoria oggi non ha alcun bisogno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.