Avezzano. Domani in municipio presentazione della Rete Solidale

AVEZZANO – Domani, 15 novembre alle ore 11, presso la sala consiliare del Comune di Avezzano, sita in Piazza della Repubblica 8, avrà luogo una conferenza stampa, indetta dal Commissario straordinario perla presentazione della Carta dei servizi della “Rete solidale permanente per l’inclusione sociale”.

“La Rete solidale permanente per l’inclusione sociale”, inserita nel Progetto “Rete Solidale” promosso in partnership pubblico – privata e cofinanziato con i fondi del Bando U.N.R.R.A. 2016, emanato dal Ministero dell’Interno, si inquadra come una nuova modalità di dialogo e cooperazione tra soggetti dalle esperienze e dai ruoli differenti, ma ugualmente interessati a mettere in atto, in una logica di welfare condiviso, azioni e programmi a contrasto della povertà mirati al coinvolgimento e all’inclusione sociale delle famiglie in difficoltà socio-culturali e/o economiche.

Attualmente hanno aderito alla rete Solidale i seguenti soggetti: Comune di Avezzano (Ente promotore e coordinatore “Rete solidale”); i Comuni di Magliano de’ Marsi e Massa d’Albe; Caritas diocesana di Avezzano; COOP Centro Italia Società Cooperativa; le associazioni Culturale Agorà, “Delta: Legalità, Cultura e Territorio”, “FA.C.e D. Famiglie contro emarginazione e droga”, Croce Rossa Italiana – Avezzano, “Tribunale per la difesa del malato Onlus”, Liberamente – Capistrello, “Expleo Integra ONLUS”, San Rocco Società Cooperativa Sociale, Conapi L’Aquila, Lo Studio Formazione Srl.

Tra gli obiettivi della Rete solidale c’è quello di ampliare il Partenariato mediante il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di attori istituzionali e del privato sociale che operano sul territorio nell’area dell’inclusione sociale. La presentazione della Carta vuole essere per gli aderenti alla Rete Solidale un’occasione per tracciare una nuova strada e rispondere in modo coordinato e unitario alle richieste di inclusione sociale provenienti dai cittadini in condizioni di povertà e/o grave disagio sociale.

5 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *