Avezzano, installata una panchina rossa all’ingresso del centro antiviolenza.

Si tratta di un vecchio manufatto rimesso a nuovo: un messaggio anche sul riciclo di materiale non più utilizzato.

AVEZZANO – Una vecchia panchina, rimessa a nuovo e verniciata di rosso, come monito contro la violenza sulle donne e per favorire il riciclo virtuoso di materiali non più utilizzati.
E’ questo il duplice messaggio alla base dell’inaugurazione della panchina rossa, avvenuta questa mattina, e collocata all’ingresso del distretto sanitario di Avezzano.
Erano presenti, tra gli altri, Rossella De Santis, direttore del distretto sanitario, Nunzia Torge, medico del distretto e Santina Calissa del dipartimento area Marsica, a cui si deve l’idea e il successivo impegno di rimettere a nuovo la vecchia panchina, ormai destinata all’abbandono nel deposito della struttura sanitaria.
Presente don Aldo Antonelli che ha portato i saluti dell’associazione ‘Libera’ della Marsica.
“Il significato insito nell’iniziativa”, dichiara la dr.ssa De Santis, “è duplice. Da una parte la necessità di sensibilizzare la comunità contro la violenza sulla donna e più in generale sulle persone e dall’altro un messaggio di carattere ecologico, finalizzato al recupero e alla valorizzazione di cose e materiali non più utilizzati. Un’iniziativa condivisa e portata avanti da tutti gli operatori del distretto sanitario”

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *