Beni per poco meno di mezzo milione di euro individuati e confiscati dalla Finanza ad un uomo della provincia dell’Aquila residente a Milano

L’AQUILA – Poco meno mezzo milione di euro in beni mobiliari e immobiliari individuati a fine di confisca dalla Finanza dell’Aquila in esecuzione di una sentenza della Corte d’Appello a carico di un uomo del posto, ora residente a Milano.

Ieri, infatti, i finanzieri del Comando Provinciale di L’Aquila hanno eseguito un provvedimento, emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di L’Aquila, per individuare beni da sottoporre a confisca nei confronti di un soggetto originario della provincia di L’Aquila.

Gli accertamenti svolti dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di L’Aquila, su delega della suddetta Autorità Giudiziaria, hanno permesso di ricostruire la posizione reddituale di un soggetto, condannato per un reato connesso alla concessione di contributi per la ricostruzione post-sisma, nonché la situazione delle disponibilità patrimoniali, mobiliari e immobiliari, a lui riconducibili.

Le risultanze emerse hanno quindi permesso di individuare beni immobili situati in Milano e in L’Aquila, consentendo l’esecuzione del provvedimento di confisca di cui alla sentenza emessa dalla Corte di Appello di L’Aquila. Attività come questa, precisano dal Comando della Guardia di Finanza dell’Aquila, consentono allo Stato di ritornare in possesso di beni mobili, immobili o di altre utilità, a beneficio di tutta la collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.