Boom di turismo nel teramano dopo la cessazione dello stato di emergenza. La Polizia raddoppia controlli e vigilanza

TERAMO – Vigilanza e controlli in aumento sin dai prossimi giorni, da parte della Polizia di Stato, nella provincia di Teramo, per la stagione estiva 2022.

Con il sensibile aumento del turismo, anche estero, dopo la cessazione dello stato di emergenza connesso alla pandemia, la Questura di Teramo ha deciso di rafforzare il dispositivo di prevenzione e controllo in particolare sull’area Alba Adriatica e Martinsicuro, estendendo l’azione anche ai comuni limitrofi.

La necessità di una più incisiva azione di prevenzione, che integra la cosnueta attività svolta dalla Polizia, è riferita in particolare alla presenza e riapertura dei numerosi locali di intrattenimento siti in Alba Adriatica e Martinsicuro.

Locali, aperti fino a notte fonda, frequentati da giovanissimi ed adolescenti che sovente sono protagonisti di una movida che degenera in episodi delittuosi che minacciano, in modo anche grave, la sicurezza pubblica.

Una decisione, quindi, che ,di conseguenza, porterà ad assicurare una presenza costante di unità delle Forze di Polizia.

I servizi di prevenzione e vigilanza saranno assicurati dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, supportato da personale aggregato messo a disposizione dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza e dalle unità del Reparto Prevenzione Crimine,  per il controllo del territorio dell’area nord della Provincia.

I predetti servizi inizieranno il 15 luglio e termineranno alla fine del prossimo mese di Agosto, saranno finalizzati al monitoraggio delle aree territoriali “più a rischio” attraverso azione di controllo su strada a persone, veicoli, locali ricettivi ecc.

Le pattuglie, sia in Alba Adriatica che Martinsicuro, occuperanno appositi locali messi a disposizione dalle rispettive Amministrazioni Comunali per la redazione di atti e per ogni altra incombenza relativa al servizio.

Sono state assegnate di recente alla Questura 12 unità che verranno impiegate anche per potenziare i servizi di controllo nella città di Teramo, che saranno svolti pure con pattuglie motomontate in modo da raggiungere più agevolmente le aree pedonali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.