Calci, pugni e testate contro la moglie. Arrestato dai Carabinieri un trentasettenne di Celano portato in carcere

CELANO – Prende la moglie a calci, pugni e testate in un ennesimo episodio di violenza familiare, trentasettenne di Celano arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri.

I fatti sono avvenuti la scorsa notte, quando i Carabinieri della Stazione di Celano hanno arrestato un soggetto del posto, di 37 anni, ritenuto responsabile di maltrattamenti in danno della moglie.

L’arresto è conseguenza della flagranza di reato ravvisata dai Carabinieri portatisi sul posto dove hanno potuto accertare personalmente l’aggressione del marito violento nei confronti della consorte.

La donna, aggredita con calci, pugni e testate su tutto il corpo, è riuscita a richiedere l’intervento dei militari dell’Arma che l’hanno immediatamente tutelata.

I militari hanno dovuto anche opporsi energicamente agli atteggiamenti minacciosi dell’aggressore rivolti nei loro stessi confronti.

Il pronto intervento della pattuglia ha evitato ogni possibile degenerazione dell’episodio di violenza.

Gli operatori hanno così neutralizzato la reazione del trentasettenne celanese, ponendolo in condizioni di non nuocere a nessuno dei presenti.

La pattuglia dei militari di Celano, già intervenuta in passato per analoghi fatti che portarono la Magistratura all’emissione di provvedimenti a tutela della parte offesa, ha arrestato il trentasettenne di Celano nella flagranza di reato per maltrattamenti nei confronti della coniuge.

L’arrestato dovrà anche rispondere del reato di minacce a pubblico ufficiale.

In attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, richiesta dal Pm di turno presso la Procura di Avezzano, l’indagato è stato trasferito in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.