Capistrello. Aperitivi consumati dentro il bar, scattano le sanzioni

Capistrello – Durante i quotidiani controlli che gli agenti della Polizia Locale di Capistrello, effettuano per mitigare il contagio da Covid 19, all’interno di due attività hanno trovato sedute apparecchiate in piena regola, con i clienti che consumavano bevande e stuzzichini.

Un episodio si è verificato il 16 Marzo, mentre il secondo sabato scorso, giornata in cui in Abruzzo veniva confermata la ‘zona arancione’, nella quale vige l’impossibilità per i bar ed i ristoranti di operare, se non attraverso delivery o take away.

Erano circa le 19 quando due agenti, coordinate dalla Comandante Dott.ssa Angela Biancone, hanno notato la presenza di diverse persone all’interno dei locali e infatti gli aventori erano tranquillamente accomodati intenti a consumare l’aperitivo. La violazione delle disposizioni del Dpmc ha comportato sia per i titolari dei locali che per i clienti, una sanzione, come previsto dalla legge, di 400 euro.

Adesso le autorità sono in attesa della comunicazione da parte della prefettura di L’Aquila, che stabilirà per quanto tempo le attività dovranno restare chiuse per aver consentito, violando la legge, la consumazione all’interno del proprio esercizio. La chiusura potrà essere applicata da un minimo di 5 giorni fino a un mese.

Gli agenti della Poliza Locale di Capistrello e il Comando dei Carabinieri hanno intensificato i controlli, affinchè non si verifichi di nuovo quanto successo nel mese di Ottobre in cui la curva dei contagi salì repentinamente. L’obiettivo è quello di contenere la diffusiine e il numero dei positivi che oggi si attesta a 6 soggetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.