Capistrello usa la tecnologia per monitorare il dissesto idrogeologico

Francesco Ciciotti Sindaco di Capistrello

Capistrello – In numerose località italiane, anche in questi giorni, si sono registrate tragedie e dissesti a causa del degrado del territorio, di scarsa manutenzione o di interventi inadeguati e non sufficienti a contrastare il dissesto idrogeologico. A Capistrello dopo anni di lavori e progettazioni, segnaliamo con piacere che la popolazione potrà godere di maggiore sicurezza, grazie ad un sistema all’avanguardia chiamato “SMARTY”. Questo sistema è stato customizzato appunto per la specifica installazione di Capistrello ed è un progetto prodotto da SENSing, spin off dell’Università degli Studi dell’Aquila (Prof. Ing. Leonardo Pantoli). L’obiettivo è la difesa del territorio e la messa in sicurezza della popolazione; questi sensori, infatti, danno la possibilità di monitorare automaticamente e da remoto le barriere paramassi installate sulle pareti della montagna. Grazie a questa tecnologia si potrà in tempo reale ed H24, monitorare gli oltre 2500mq di barriere paramassi posti a protezione dell’abitato e, in caso di impatto di massi sulle reti, i sensori invieranno automaticamente un ‘ALERT‘ agli uffici comunali. A quel punto si potranno avviare le operazioni di intervento per la messa sicurezza dell’area e la tutela del territorio e dei cittadini. Soddisfazione espressa dal Sindaco di Capistrello Francesco Ciciotti che ha dichiarato: “L’intervento di messa in sicurezza dell’abitato è stato fortemente voluto e sostenuto dall’Amministrazione Comunale di Capistrello ed è finanziato dalla Regione Abruzzo. Il progetto innovativo, di cui siamo i precursori nell’installazione, è solo una porzione di tutti gli interventi che abbiamo previsto. La sicurezza è da sempre una delle priorità di questa amministrazione e questo, insieme alle altre iniziative messe in campo, ne è solo un esempio”.

I lavori di installazione delle reti paramassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.