Carabinieri arrestano un cittadino extracomunitario per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni

Carabinieri della Stazione di Passo Corese hanno tratto in arresto, in flagranza, per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, un cittadino extracomunitario di 35 anni. 

I militari, nella tarda serata di ieri, sono intervenuti su attivazione della Centrale Operativa della Compagnia di Poggio Mirteto, che aveva ricevuto sull’utenza 112 una richiesta d’aiuto da parte di una donna, aggredita in casa dal convivente. 

All’arrivo dei Carabinieri l’uomo dava ulteriormente in escandescenze, rifiutandosi di fornire le proprie generalità e scagliandosi contro i militari, aggredendoli a calci e pugni e provando, invano, ad impossessarsi della pistola d’ordinanza di un graduato.

Il tentativo di divincolarsi e di sottrarsi all’arresto dandosi alla fuga non sortiva buon esito, grazie al repentino intervento degli equipaggi di altre tre pattuglie delle stazioni di Fara in Sabina, Torri in Sabina e Poggio Moiano, che rintracciato l’uomo nelle immediate vicinanze dell’abitazione, faticando non poco ad immobilizzarlo e trarlo in arresto

Soltanto il risoluto e tempestivo intervento dei Carabinieri, effettuato senza alcuna esitazione e senza cagionare lesioni all’arrestato, ha impedito che la situazione degenerasse ulteriormente, arrivando a conseguenze ben più gravi.

Due dei militari intervenuti, invece, hanno riportato lesioni giudicate, dai sanitari dell’Ospedale “De Lellis” di Rieti, guaribili rispettivamente in 20 e 7 giorni. 

L’arrestato è trattenuto nelle camere di sicurezza della Stazione di Passo Corese, in attesa di giudizio con rito direttissimo. 

L’uomo è stato denunciato in stato di arresto a questa Procura della Repubblica. 

Nel procedimento penale instauratosi nei suoi confronti, la sussistenza della responsabilità penale sarà accertata dal Giudice. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.