Casa Circondariale L’Aquila: 90 poliziotti penitenziari si astengono dalla mensa di servizio.

LA FP CGIL evidenzia scarse condizione igieniche dei locali e qualità inaccettabile del cibo.

È da qualche giorno infatti che, circa novanta poliziotti penitenziari, di stanza presso l’Istituto penitenziario aquilano, si astengono volontariamente dalla fruizione dei pasti spettanti durante l’orario di servizio.

A darne notizia è Giuseppe Merola della FP CGIL-Polizia Penitenziaria che evidenzia la grave situazione, già denunciata nella scorsa visita sui luoghi di lavoro del 18 novembre scorso, sia igienico-sanitarie in cui versa il locale mensa che rispetto alle doglianze pervenute dal personale beneficiario, compreso quello del Gruppo Operativo Mobile.

Dichiara Merola su questa situazione:”È inaccettabile quanto sta accadendo e per questo lanciamo un grido d’allarme alle Autorità istituzionali e sanitarie, nonostante l’apprezzabile e minuziosa attenzione dimostrata dal Comandante di Reparto, come dell’ulteriore missiva inviata in data odierna.”

Conclude poi così:”Siamo fiduciosi riguardo prossime attività riparative, in caso contrario indiremo lo stato di agitazione con manifestazioni di protesta, a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.”

27 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *