Casa di Comunità di Celano. Santilli: «Natalini ci parli della chiusura di centro vaccinale e Rsa in epoca D’Alfonso-Paolucci»

CELANO – La casa di comunità a Celano è nella programmazione regionale, sostiene l’Amministrazione comunale celanese.

«La casa di comunità come da programmazione regionale è prevista con sede a Celano, infatti nel piano di territorio ai sensi del DM 77/2022 viene riportato come sede spoke.

La sede da individuare da parte della Asl – afferma il Sindaco Santilli – sarà finanziata con fondi propri escludendo il ricorso al PNRR e superando così lungaggini e passaggi autorizzativi: è ovvio che al di là degli atti di programmazione regionali, sarà poi la stessa Asl a doverli rispettare e implementare, ricordando per l’ennesima volta che gli atti di programmazione in termini sanitari sono di competenza delle Regioni e non dei Comuni.

Settimio Santilli

Natalini, piuttosto che fare disinformazione in continuazione – continua -, dovrebbe invece ben ricordare quando da portaborse della regione Abruzzo in epoca D’Alfonso, con l’assessore alla sanità Paolucci, si chiusero il centro vaccinale a Celano, mantenendone altri più piccoli in municipalità Marsicane amministrate dal centrosinistra, e la RSA di Santamaria Valleverde.

Alla mia presenza per scongiurarne la chiusura in Regione, partecipò lui in prima persona alle riunioni indette dal suo assessore senza tuttavia mai batter ciglio e mai prendere le difese della sua città.

Dovrebbe invece avere bene a mente che in piena pandemia da soli e dal nulla abbiamo creato un centro vaccinale con l’ausilio di medici ed infermieri locali e il coordinamento del medico Ulanio per la somministrazione del vaccino antiCovid – conclude Santilli -, dando supporto ed assistenza alla popolazione in maniera pragmatica e veloce, senza fare chiacchiere come lui fa da sempre».