Celano. Accordo fra Comune e ambulanti per far ripartire il mercato settimanale

Nella fase 2 banchi su due piazze e precise disposizioni per il rispetto del distanziamento sociale

CELANO – Accordo trovato fra il Comune di Celano e le associazioni degli Ambulanti della provincia dell’Aquila, per far ripartire il mercato settimanale. Prima data quella del 24 aprile prossimo.

Stamane, infatti, si è svolto un incontro nel municipio di Celano per trovare regole e modalità per la ripresa dei mercati all’aperto a cui hanno partecipato i segretari delle sigle di categoria degli ambulanti, Giovanni Cioni, Fiva-Confcommercio, Roberta Masci, Cidec, e Carlo Rossi, Confesercenti.

Questa la nota delle Associazioni di categoria degli ambulanti: «In data odierna abbiamo avuto un incontro con l’Amministrazione comunale di Celano in relazione al mercato di venerdì 24 aprile. Al momento il Governo ha permesso la riapertura di alimentari, piante e fiori e vestiti da bambini. È stato concordato che, quando si tornerà alla totale apertura del commercio, il mercato si svolgerà in due piazze, i banchi verranno predisposti al 50 % sulle due piazze in modo da avere il distanziamento sociale creando lo spazio necessario tra due banchi di vendita. L’Amministrazione ci ha chiesto di lavorare insieme per riuscire a svolgere il mercato in tutta sicurezza e noi abbiamo dato la nostra disponibilità.

Appello ai comuni dalle associazioni degli ambulanti: «Riapriamo presto i mercati all’aperto»

Cogliamo l’occasione per fare un appello a tutti i sindaci della provincia dell’Aquila: ove già non si svolga il mercato con le tipologie autorizzate, chiediamo di riaprirli al più presto possibile visto che, se a livello nazionale già si parla di fase 2 che coinvolgerà un numero sempre maggiore di esercenti, nella nostra provincia non si riesce ancora a riprendere l’attività con chi è già autorizzato dalla fase 1. Una situazione che sta arrecando un grande danno economico alle nostre imprese verso le quali riteniamo si debba andare incontro per evitare chiusure e perdita di posti di lavoro. Le Associazioni di categoria sono a disposizione di tutte le amministrazioni per trovare soluzioni finalizzate alla riorganizzazione e riapertura di mercati e fiere. Facciamo presente che i mercati si svolgono all’aperto dove il virus ha minore propagazione, sia pure con il distanziamento sociale indicato dagli esperti e che i nostri associati comunque dovranno attenersi scrupolosamente a tutte le prescrizioni di legge quali l’uso obbligatorio di mascherine, guanti e disinfettante, far rispettare la distanza di sicurezza tra i clienti di almeno un metro per la parte di loro pertinenza. Chiediamo anche ai cittadini fruitori del mercato di fare la loro parte rispettando tutte le regole succitate e soprattutto di evitare nel modo più assoluto l’assembramento che comporterebbe la chiusura dei mercati cittadini, ma soprattutto un pericolo per loro stessi. Vogliamo ringraziare tutti, augurandoci che vada tutto bene e con la speranza di rivedere presto tutti i nostri clienti nei mercati». Fiva-Confcommercio, Giovanni Cioni,  Cidec, Roberta Masci e  Confesercenti, Carlo Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.