Celano. La Pro Loco in piazza per raccogliere fondi favore dell’Unicef

CELANO – Anche Celano partecipa alla raccolta fondi “Fai rifiorire la vita, orchidea Unicef”, la campagna orchidea Unicef, realizzata in tutta Italia, grazie al fondamentale aiuto e sostegno di migliaia di fantastici volontari che dedicano il loro prezioso tempo nell’aiuto dell’Unicef ai progetti in difesa dei più piccoli. Nonostante le condizioni ambientali non fossero delle migliori i solerti volontari della Pro Loco, in collaborazione con il locale ufficio turistico, hanno allestito (oggi, domenica 27 settembre) in piazza IV Novembre il banchetto della solidarietà a favore dei bambini meno fortunati. L’ennesima dimostrazione di quanto l’aspetto della solidarietà fosse tenuto in gran conto dalla comunità celanese che, nonostante una fastidiosa pioggerella, ha partecipato alla raccolta fondi, acquistando una graziosa orchidea, il cui ricavato sarà evoluto come detto all’Unicef. Nel corso delle ultime dieci edizioni sono stati raccolti, grazie alla generosità di oltre un milione di donatori, quasi 15 milioni di euro, arrivati nei Paesi in cui l’Unicef opera in difesa dei diritti di tuti i bambini.

“La giornata dell’Unicef era stata programmata in un primo momento lo scorso mese di marzo – dice Guido Villa presidente della Pro Loco di Celano – e rinviata a causa dell’emergenza coronoavirus. Oggi possiamo dire di essere ben onorati ed orgogliosi di poter partecipare, e come associazione di volontariato offrire il nostro contributo, a questa importante manifestazione che ha lo scopo di raccogliere fondi per aiutare i bambini che sono in estrema difficoltà”.

Un momento della consegna delle orchidee

A livello globale sono 149 milioni i bambini che soffrono di ritardi nella crescita, risultando troppo bassi e per la loro età, mentre 50 milioni sono deperiti, ossia troppo magri in proporzione alla loro altezza. Altri 40 milioni di bambini sotto i 5 anni sono invece in sovrappeso e obesi. La malnutrizione è la combinazione di diversi fattori: insufficienza di proteine, zuccheri e micronutrienti, frequenza di malattie e infezioni, consumo di acqua non potabile, carenza di controlli medici e scarsità di igiene. Prevenire la malnutrizione è importantissimo. L’Unicef grazie ai fondi raccolti con la distribuzione delle piantine orchidea potrà attuare programmi per mamme e bambini. Nello specifico garantirà la somministrazione di alimenti terapeutici pronti per l’uso (Ruft) e di Sali minerali per la terapia di reidratazione orale. Incentivati inoltre l’allattamento al seno e la corretta alimentazione materna.

“Un piccolo gesto di grande generosità da parte di tanti celanesi – conclude il presidente della Pro Loco – che permetterà all’Unicef di trasformare i fondi raccolti con la vendita delle Orchidee in 60 bustine di prodotti di alimenti terapeutici per curare i bambini malnutriti”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *