Celano. Presentato il progetto che renderà più sicura ed efficiente la rete elettrica del centro Italia

Confronto in Municipio coi cittadini nella giornata “Terna Incontra”

CELANO – Si sono susseguiti per tutta la mattina, nella sala consiliare del Municipio di Celano, i confronti con i cittadini nell’ambito dell’iniziativa “Terna incontra” ovvero la giornata informativa sul progetto, che renderà più efficiente e sicura la rete elettrica in tutto il Centro Italia, e le attività per quanto concerne la realizzazione della nuova stazione elettrica di smistamento di 150 kv e delle relative linee di raccordo nel Comune di Celano. Sarà il più grande cantiere che verrà avviato nel 2019 nella regione Abruzzo, avrà una durata di oltre 24 mesi, con ricadute lavorative positive nel nostro indotto.

La firma del Sindaco Santilli

La giornata informativa è stata organizzata per consentire ai cittadini di conoscere i dettagli sulla portata ed importanza del progetto, che sarà il più grande cantiere che verrà avviato nel 2019 nella regione Abruzzo con una durata di oltre 24 mesi e con ricadute positive, in termini occupazionali ed economici, per il nel nostro sistema dell’indotto. Un buon numero di cittadini, infatti, si è recato in Comune per avere, come ha già avuto modo di annunciare il Sindaco Santilli, tutte le informazioni necessarie sul progetto, sulle fasi dell’opera e le sue principali caratteristiche ed innovazioni. In tal modo si avvia ad una positiva conclusione una vicenda lunga e laboriosa. Ricordiamo solo brevemente che è di circa un anno fa la firma della Convenzione e del Protocollo d’Intesa tra Terna S.p.A. e Comune di Celano, e che l’iter amministrativo, iniziato quasi dieci anni fa, si è definito recentemente con il necessario assenso da parte di tutti i Ministeri interessati.

“Dopo circa 10 anni – ha già avuto modo di asserire il Sindaco di Celano ing. Settimio Santilli – siamo giunti alla fine dell’iter burocratico ed amministrativo per la realizzazione di un’opera che ha una importanza strategica e di sviluppo primaria per l’intero territorio marsicano. La stazione elettrica, infatti oltre a servire i locali impianti fotovoltaici di Celano e Cerchio e quello eolico di Collarmele, permetterà di incrementare la sicurezza e l’efficienza della rete elettrica regionale e di tutto il centro Italia, soprattutto in caso di forti criticità causate da importanti eventi meteorologici o calamitosi”.

Ed ancora. Alla realizzazione della stazione elettrica che ha avuto anche l’ultimo benestare da parte della regione Abruzzo, è legata altresì la riqualificazione ambientale e urbanistica all’interno del Comune di Celano, dell’area dell’ex cava di estrazione in via Vestina, permettendone la messa in sicurezza e la riqualificazione definitiva. Sempre alla stessa realizzazione della nuova stazione elettrica, è legata, infine, la riqualificazione dell’area in località Madonna delle Grazie.

6 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *