Chieti. Agenzia di scommesse senza licenza e con clienti minorenni. Scattate le sanzioni della Questura

CHIETI – Nella decorsa giornata, personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Chieti, insieme a quello dei Monopoli di Stato, ispezionando alcuni locali per la raccolta delle scommesse, hanno accertato che una sala sita in città era sprovvista di licenza del Questore, come previsto dall’articolo 88 Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza.

Per tale reato il responsabile veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria di Chieti oltreché sanzionato amministrativamente per la presenza non consentita di alcuni minorenni. L’operazione si inserisce in una programmata attività di prevenzione e repressione del gioco illegale, disposta dal Questore Borzacchiello in attuazione di specifiche direttive nazionali che vedono impegnati nella provincia di Chieti equipaggi di tutte le forze di polizia e dei Monopoli di Stato per la prevenzione e repressione dei giochi illegali, la tutela dei minori ed il contrasto alla ludopatia.

Nel corso del 2019, la Divisione Amministrativa della Questura di Chieti, ha ispezionato nella provincia 25 esercizi di giochi scommesse e video lottery denunciando 8 titolari sprovvisti di licenza di polizia.

Un plauso sincero agli uomini della Questura di Chieti e della Polizia Amministrativa, per questa attività importantissima. Troppi, e non solo nella provincia di Chieti, sono i minorenni che è facile scorgere fuori, nei pressi e dentro moltissime agenzie di scommesse. Un fenomeno da stroncare velocemente prima che possa causare più danni di quanti non ne siano stati già fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.