Chieti. Evade dai domiciliari per una passeggiata e un uomo si porta il cane per spacciare in strada. Due denunce dei Carabinieri

CHIETI – Due denunce per due uomini, entrambi con problemi con la legge, che non ce l’hanno proprio fatta a cercare di osservare le restrizioni all’uscita di casa imposte dal Governo per il contrasto al Coronavirus. Entrambi i fatti sono avvenuti nel pieno centro cittadino di Chieti.

Pugliese esce dai domiciliari e si giustifica con i Carabinieri affermando di aver deciso di andare a fare una passeggiata. Già in tempi di Coronavirus quest’affermazione può essere pericolosa, a maggior ragione se chi la pronuncia è agli arresti domiciliari. A questo hanno assistito i carabinieri del NORM di Chieti quando hanno fermato un trentanovenne foggiano residente nella città abruzzese. L’uomo, che passeggiava per il centro, fermato e controllato risultava agli arresti domiciliari. Ha tentato di giustificare la sua evasione dalle mura domestiche affermando che la forzata convivenza con cinque persone della sua famiglia lo stava conducendo al manicomio. L’uomo, in totale, si è portato a casa una denuncia per evasione e 280 euro di multa.

In questo periodo, chi è dedito alla commissione di reati di qualunque genere dovrebbe sapere che i controlli, da parte delle Forze di Polizia, si sono in qualche modo semplificati e che uscire è diventato più rischioso sotto ogni profilo. Ma un uomo di 46 anni di Chieti, probabilmente, pensava di poter passare inosservato portandosi un cane al guinzaglio in un centro città quanto mai deserto in questo periodo. Infatti, si aggirava per la Trinità indisturbato come se fosse in attesa di qualcuno. È lì che l’hanno notato, ieri mattina, due vigili urbani, i quali, vedendo passare una pattuglia dei Carabinieri, ne hanno chiesto il supporto per controllare l’uomo. Dalla tasca della giacca sono venuti fuori sette grammi di hashish e 215 euro, frutto probabilmente delle cessioni della mattinata, e poi dalla perquisizione dell’appartamento dell’uomo è sbucato anche il bilancino di precisione per la suddivisione in dosi. Oltre alla denuncia a piede libero per spaccio di droga ovviamente si è preso anche la contravvenzione di € 373,34 ai sensi del D.L. n. 19 del 25.03.2020, nonostante avesse autocertificato di essere in giro per portare a spasso il cane.

4 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *