Ciao Paolo! Lutto nel giornalismo avezzanese e abruzzese. Ci ha lasciato l’amico Paolo Guadagni

AVEZZANO – È sempre difficile scrivere quando se ne va un collega, soprattutto se si è lavorato con lui o, come in questo caso, se spesso e volentieri, quotidianamente e per anni, si è trascorso del tempo con lui sul campo di battaglia.

La notizia è giunta a tradimento in tardissima mattinata. Paolo Guadagni, giornalista avezzanese, direttore di Antenna 2, redattore de Il Tempo e de Il Centro, storico corrispondente dell’Ansa, tra i primi a sperimentare, negli anni ’70, le prime tv libere, come si chiamavano all’epoca, con TeleMarsica, ci ha lasciati.

Se ne è andato in silenzio, mentre era ricoverato da qualche settimana all’ospedale San Salvatore dell’Aquila, per un problema che si era presentato improvvisamente ma che, almeno sulle prime, appariva risolvibile seppure con un po’ di tempo. Nulla a che vedere col Covid, per intenderci.

Appassionato di funghi, era presidente dalla fondazione del Gruppo Micologico Marsicano, aveva per decenni lavorato anche nell’Istituto Agrario “Serpieri” di Avezzano. Paolo, però, amava soprattutto, dopo la moglie ed i suoi figli, la sua professione: il giornalismo. Grande “nerista”, Paolo non ha mai saltato un appuntamento, una notizia di quelle importanti, di quelle che facevano parlare per giorni. Chi scrive è stato spesso al suo fianco sulle strade, nelle piazze, negli anfratti più sperduti, quando il giornalismo si faceva sul campo e per strada e non con e sui social, con appostamenti lunghissimi, in attesa della svolta in un qualche evento, a seguire casi di cronaca spesso incredibili. Simpatico, gioviale, sempre disposto a dare una mano e anche a collaborare con i colleghi, Paolo aveva in sé una signorilità di altri tempi e non esitava ad aiutare i più giovani che si affacciavano alla professione.

È triste pensare di non trovarlo più, perché il giornalista lo ha fatto fino alla fine e si è giornalisti fino alla morte, ad una conferenza stampa piuttosto che su una scena di una qualche notizia di “nera”. La sensazione sarà quella di non avere più non solo un amico vicino, ma soprattutto una guida che dava serenità in un mondo caratterizzato dalla freneticità, dalla fretta, talvolta dalla superficialità e, troppo spesso, dalla assoluta mancanza di empatia. I funerali del nostro amico Paolo saranno celebrati martedì 9 Marzo, alle ore 15, nella Cattedrale dei Marsi di Avezzano.

Noi di Espressione24 partecipiamo sincerante al lutto della famiglia di Paolo. Alla moglie Elena, alla figlia, la nostra amica Maria Teresa, al figlio Vincenzo e al genero Pino Razzano, nostro prezioso collaboratore, le più sincere e sentite condoglianze della nostra redazione.

Ciao Paolé!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.