Complimento di troppo ad una ragazza innesca una rissa fra ex pugili. Accoltellato a Pescasseroli un giovane romano. Denunciato il feritore

PESCASSEROLI – Serata dell’Epifania agitata a Pescasseroli dove una rissa fra due ex pugili ha avuto il drammatico esito di un accoltellamento.

I fatti sono iniziati all’interno di un pub della capitale del Parco nazionale d’Abruzzo, dove i due protagonisti, entrambi ex pugili, uno originario di Roma e l’altro di Sora, sono venuti pesantemente alle mani per questioni riguardanti una ragazza.

Per la precisione, stando alla ricostruzione effettuata ai Carabineiri di Pescasseroli e della Compagnia di Castel di Sangro, il diverbio siarebbe inizato a causa di un complimento di troppo alla fidanzata di L.C., 32 anni, di Roma mentre questi, con la sua fidanzata, si trovava conun gruppo di amici nel pub di Pescasseroli.

Poco distante, nello stesso locale, con un altro gruppo di persone, si trovava l’altro ex pugile, E.C., 38 anni, di Sora, ma residente a Opi.

Un apprezzamento alla ragazza del romano, però avrebbe rotto l’armonia della serata, innescando una lite fra i due uomini che, in pochi stanti, è passata dalle parole alla mani, e in modo piuttosto violento, a suon di calci e pugni.

Inutile il tentativo di gestori e avventori di riportare tutto alla calma, tanto è vero che la lite è continuata, accesissima, all’esterno del locale. Qui sarebbe spuntato fuori un coltello con il quale E.C., avrebbe ripetutamente colpito ad un fianco L.C.. che avrebbe riportato una ferita da taglio al fianco destro e al braccio sinistro.

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi e sul posto sono giunti i Carabinieri di Pescasseroli e Pettorano sul Gizio, in servizio di pattugliamento nella zona, che coordinati dalla Compagnia di Castel di Sangro, hanno avviato indagini ed eseguito accertamenti.

Intanto il ferito è stato preso da un’ambulanza e portato all’ospedale di Castel di Sangro dove, una volta ricevute le cure e le medicazioni del caso, il romano avrebbe rifiutato il ricovero per essere poi dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Nel frattempo i militari di Pescasseroli, ricostruiti i fatti, e ritrovato il coltello poco distante dal pub, hanno proceduto a denunciare E.C. 38 anni, di Sora, per lesioni aggravate, rimettendo un dettagliato rapporto sull’accaduto alla Procura della Repubblica d Sulmona.