Con i lupi della Majella, un interessante studio sull’uso non prudente degli antibiotici

Sulmona – Il lupo perde il pelo… ma non l’antibiotico! I lupi della Majella ci ricordano che un uso non prudente degli antibiotici sia in medicina umana che veterinaria fa aumentare l’incidenza e la diffusione dell’antibiotico-resistenza e i rischi per la salute umana e per l’ambiente.

È stato di recente pubblicato sulla rivista Journal of Global Antimicrobial Resistance uno dei pochi contributi scientifici attualmente disponibili sulla contaminazione ambientale legata all’utilizzo di antibiotici e, soprattutto, in modo forse insolito, come protagonista uno degli attori principali sul nostro territorio: il lupo. Questo studio è stato realizzato dal Wildlife Research Center del Parco Nazionale della Majella e dall’Unità di Malattie Infettive dell’Università degli Studi di Teramo .

Leggi tutto: http://bit.ly/lupoantibiotici

fonte Parco Nazionale della Majella

foto del lupo di Antonio Antonucci

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *