Consorzio di Bonifica Ovest: Paolucci (Pd): “La Regione riconosca i fondi per intervenire sulla rete idrica della Marsica orientale”

Il capogruppo Democratico all’Emiciclo pronto a condividere con la maggioranza il suo emendamento per lo stanziamento

L’AQUILA – Un emendamento, ancora senza risposta a dire il vero, per favorire gli stanziamenti necessari alla Marsica Orientale per ripulire e realizzare una rete idrica efficiente e all’altezza del compito. A presentarlo è stato il capogruppo Pd in Consiglio regionale, nonché ex assessore alla sanità nel governo D’Alfonso, Sivio Paolucci.

Lo stesso capogruppo Democratico, ricordando come sia vitale per l’agricoltura di quell’area una rete idrica efficiente, peraltro problema ultradecennale, si dice pronto a rinunciare alla sua firma per far approvare la proposta e cederla alla maggioranza se ciò ne facilitasse l’approvazione.

Silvio Paolucci

“Dallo scorso mese di luglio – scrove Paolucci – mi sono fatto portatore di un emendamento per dotare il Consorzio di Bonifica Ovest delle risorse necessarie, capaci di rendere più efficiente e moderna la rete idrica a servizio dei comuni della Marsica orientale. Ho chiesto di dedicare 100.000 euro, consentendo inoltre la pulizia del bacino artificiale posto a monte dell’opera, perché, ormai saturo, non riesce più ad accumulare acqua nel periodo estivo. L’ho fatto non per appuntarmi medaglie al petto, ma perché si tratta di un intervento urgente e atteso, anche allo scopo di scongiurare una possibile chiusura dell’infrastruttura, che interessa tantissimi agricoltori marsicani e serve un territorio di 1.200 ettari di estensione.

Ad oggi nessuna risposta da parte della maggioranza di centrodestra alla Regione – prosegue l’ex assessore alla sanità – , per questo sto pensando anche di togliere la mia firma dal provvedimento, in modo da tenere la politica fuori dalla decisione, ma purché chi deve, prenda un’iniziativa positiva per il territorio. E’ un problema serio, perché le sempre più frequenti rotture delle tubazioni stanno generando da un lato problemi ai consorziati, che lamentano disagi nell’erogazione dei servizi e dall’altro difficoltà al bilancio del Consorzio, alla luce del disavanzo tra costi e ricavi, a causa dei frequenti interventi di manutenzione per garantire l’attività dell’impianto. Per tutte queste ragioni mi sono fatto portatore delle istanze provenienti dal territorio, a partire dal mondo agricolo e dagli amministratori locali, ma anche da alcune associazioni che promuovono la pesca sportiva sul fiume Giovenco, chiedendo di destinare 100.000 euro al Consorzio di Bonifica per intervenire con urgenza prima della stagione agricola 2020. Nonostante il doppio parere favorevole della Commissione Bilancio sulla copertura finanziaria della norma – sottolinea il capogruppo regionale del Pd – , purtroppo, registro con rammarico l’irrigidimento di alcuni componenti della maggioranza ad approvare questa iniziativa, solo perché proviene dall’opposizione.

Se davvero fosse questo il problema, come detto sono pronto a chiedere nella seduta di Commissione di oggi il ritiro della mia firma e a tutti i Consiglieri di maggioranza di fare propria l’iniziativa. L’obiettivo è quello di risolvere un problema che interessa un settore importante per il territorio fucense, su cui purtroppo chi governa non interviene. Desidero, infine, ringraziare il Consigliere Quaglieri – conclude Paolucci – , unico consigliere di maggioranza che nel mio tentativo di condividere quanto più possibile la proposta non ha esitato a sottoscriverla”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *