Coronavirus. Pezzopane (Pd): “In scuole Abruzzo nessun taglio organici. Salvi 200 insegnanti. Buon lavoro di Governo e sindacati”

L’AQUILA – Niente tagli agli organici delle scuole abruzzesi. Ad annunciarlo, in una nota che riportiamo integralmente, è la deputata del Pd Stefania Pezzopane, che loda il lavoro fatto da governo e sindacati nel quale si è evitata la perdita di ben duecento cattedre nella nostra regione.

Stefania Pezzopane

“L’organico della scuola resta così com’era e non verranno soppresse le 200 cattedre in Abruzzo. Ed anche nel resto d’Italia  non saranno toccate. Ciò, nonostante la pesante denatalità. E’ una scelta significativa per il mondo dell’Istruzione. E sono molto soddisfatta – dichiara la Pezzopane – , avevo ascoltato le preoccupazioni delle famiglie e degli insegnanti, ben rappresentate al tavolo del confronto dalle organizzazioni sindacali. Il felice esito è frutto di un complesso lavoro tra la Ministra Azzolina ed il Ministro Roberto Gualtieri per trovare le necessarie coperture di bilancio. In un tempo così difficile per studenti e mondo della scuola era necessario fare una scelta di campo, che mettesse  al centro i nostri ragazzi e i loro diritti. Sulla scuola bisogna investire e lavorare nell’ottica della riduzione del numero di alunni per classe e favorire la didattica in tempi di emergenza e nell’ordinario. Questo risultato – prosegue la deputata Democratica – è anche frutto di un serio confronto con le organizzazioni sindacali sull’organico dei docenti per l’anno scolastico 2020-2021, in cui il ministero dell’Istruzione ha condiviso la richiesta avanzata dalle organizzazioni sindacali della scuola. Nessun taglio dei 200 docenti. Una decisione forte, che consentirà senza disagi l’iscrizione alle prime classi. A settembre, quando riprenderà l’anno scolastico, potrà riprendere senza scossoni. Sono felice di questa soluzione e ringrazio le organizzazioni sindacali per l’importante risultato raggiunto insieme al Governo. Spiace che anche in questa circostanza la Regione, che dovrebbe essere parte attiva parte attiva nel garantire il diritto allo studio, si sia messa a fare inutile polemica – conclude la Pezzopane – mostrando di essere fuori dalle vere dinamiche di decisione politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.