Covid-19. Stop ai focolai. Interessati cinque comuni della Provincia dell’Aquila – VIDEO DICHIARAZIONE DI MARSILIO –

I pareri delle sindache di Sulmona, Anna Maria Casini, e di Prezza, Marianna Scoccia

SULMONA – È arrivata, questa sera, l’ordinanza “restrittiva” per i Comuni di: Sulmona, Bugnara, Pettorano sul Gizio, Civita d’Antino e Lucoli, tutti in provincia dell’Aquila. Comuni, questi, per i quali la Regione Abruzzo ha deciso di emanare delle restrizioni per alcune attività alla luce del contagio da Covid. Nessuna zona rossa, ma sarà obbligatorio l’uso delle mascherine anche all’aperto, la chiusura dei locali alle 20 e il divieto di assembramenti e feste. Il tutto per bloccare i focolai in corso.

Marco Marsilio

«La situazione è sotto controllo – ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio – non c’è quindi bisogno di adottare misure ulteriormente restrittive della libertà personale o invocare delle zone rosse perché non è questa la condizione. Siamo arrivati a fare tamponi alla generalità della popolazione almeno in alcune frazioni, e quindi confidiamo nel fatto che i focolai sono stati individuati tracciati, confinati, seguiti costantemente poi dalle nostre strutture sanitarie anche a domicilio e che questo possa spegnere questi focolai al più presto e ripristinare la serenità dei luoghi».

Anna Maria Casini

«Avevamo chiesto interventi già oltre venti giorni fa – ci ha detto la Sindaca di Sulmona Anna Maria Casini – , ma ci fu detto che era tutto sotto controllo e che quindi si era nella capacità di gestione della situazione. Ora vengono presi questi provvedimenti, che a mio avviso potevano essere adottati già almeno una decina di giorni fa. Non so se saranno utili, noi, infatti – ha proseguito – ci aspettavamo misure che andassero a potenziare il fronte sanitario e le strutture sanitarie locali, per fare in modo di avere una maggiore potenzialità di gestione dell’emergenza legata al Covid. Sulla scuola posso dire che a livello strutturale abbiamo lavorato e stiamo lavorando. Da giugno i lavori sono stati fatti e altri sono in corso. Per quanto riguarda questo, la scuola a Sulmona riprenderà in modo ottimale, sempre in relazione al momento. Sulla fase gestionale del contenimento del Covid ci sono protocolli che spero sinceramente siano capaci di dare le risposte attese e – conclude al Sindaca di Sulmona – che debbono essere applicati e fatti rispettare».

Marianna Scoccia

Sulla situazione della Valle Peligna e sulla questione scuola interviene anche la Sindaca di Prezza, e consigliere regionale Udc nel gruppo misto, Marianna Scoccia: «L’ordinanza della Regione non è assolutamente un modo intelligente per contrastare questo virus. Mi sarei aspettata sicuramente un’azione più incisiva, sia rispetto all’emergenza Covid, sia rispetto alla riapertura delle scuole. Stiamo affrontando questa emergenza brancolando nel buio, senza avere delle linee precise da parte della Regione. Abbiamo bisogno di un governo regionale che potenzi il sistema sanitario, oggi messo a dura prova; abbiamo bisogno di medici che facciano tamponi; abbiamo bisogno di sapere come verranno gestiti i trasporti in merito alla riapertura delle scuole. Di fronte a ciò ci si è limitati ad una ordinanza di obbligo di mascherina che i comuni già hanno adottato ed una chiusura anticipata dei bar alle ore 20. Tutto ciò è inammissibile».

Pubblichiamo la video dichiarazione del Presidente Marsilio e L’ordinanza relativa emessa in serata.

26 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *