Daspo di due anni per due giovani che aggredirono due coetanei nella zona della “movida” a Chieti Scalo

CHIETI – Il Questore di Chieti, dr Francesco De Cicco, a seguito dell’iter amministrativo avviato dalla Divisione Polizia Anticrimine per l’applicazione delle misure di prevenzione personali, ha emesso nei confronti dei due ragazzi due provvedimenti di divieto di accesso, per anni 2, negli esercizi pubblici e nei locali di pubblico intrattenimento nella zona della movida di Chieti Scalo.

Ai due giovani, inoltre, è stato imposto anche il divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze degli stessi locali.

La vicenda risale alla scorsa primavera quando, nella zona della movida di Chieti Scalo, ci fu un’aggressione da parte dei due ragazzi, oggi colpiti dalla misura di prevenzione del Questore, nei confronti di due loro coetanei. Aggressione che si interruppe solo con l’arrivo della Polizia.

I provvedimenti emessi hanno una precisa finalità preventiva, mirando a limitare la libertà di movimento dei destinatari al fine di infrenare la loro pericolosità sociale.

La violazione al “divieto di accesso negli esercizi pubblici e nei locali di pubblico intrattenimento” , è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da 8.000 a 20.000 euro.

Massima è l’attenzione rivolta al fenomeno della c.d. “movida violenta” e continui sono i servizi disposti dal Questore in ambito provinciale che vedono la partecipazione del personale della Polizia di Stato, dei militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.