De Angelis (Fi) risponde alla Lega. «Il centrodestra rifletta sul disastro elettorale di Avezzano senza insultare»

Gabriele De Angelis, Forza Italia

AVEZZANO – Non si è fatta attendere la risposta del Coordinatore provinciale di Forza Italia L’Aquila, l’ex Sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis, alla coppia D’Eramo-Genovesi che ieri ha tenuto una conferenza stampa per illustrare la lettura del voto di leghisti e centrodestra.

D’Eramo e Genovesi, in sostanza, hanno accusato Forza Itala di aver favorito la sconfitta di Genovesi, dividendo il campo del centrodestra e presentandosi da soli con la candidata Anna Maria Taccone. Non solo, per i due esponenti leghisti marsoaquilani, c’è di più. Forza Italia, in sostanza avrebbe lasciato da solo Genovesi e il centrodestra di fronte all’ammasso di liste ed endorsement che ha appoggiato e fatto eleggere Di Pangrazio.

«Come dimostrato, non solo dal tenore della campagna elettorale portata avanti da una parte del centrodestra – esordisce De Angelis – , ma anche dalle dichiarazioni degli ultimi giorni, all’indomani del risultato disastroso ottenuto, alcuni rappresentanti di partito hanno preferito tentare, senza riuscirvi, di attribuire colpe ed offendere piuttosto che fare una seria valutazione sui propri errori fatti, anche ad Avezzano.

Forza Italia, ben presente come i numeri hanno dimostrato, è, come sempre fatto finora, aperta a un confronto inclusivo e rivolto al futuro. Ignoriamo pertanto le offese – prosegue l’ex Sindaco di Avezzano – e attendiamo che tutti meditino su numeri ed errori. Costruire le vittorie è difficile e faticoso, i disastri invece si producono facilmente e hanno effetti a valanga. Come quello prodotto ad Avezzano dove la Lega, rifiutando ogni confronto in seno alla coalizione, ha frantumato il centrodestra determinando la vittoria di coalizioni di centrosinistra e la rielezione di un sindaco che gli avezzanesi avevano bocciato solo tre anni fa.

Anna Maria Taccone, proposta da Forza Italia ed appoggiata da tre liste civiche di area moderata, ha ottenuto il 17% con oltre 4.000 preferenze: non mi sembra che questi siano numeri che possano far preoccupare la nostra area politica che sarà rappresentata in Consiglio comunale da due consiglieri – conclude il Coordinatore provinciale di Forza Italia – e farà la sua parte per contribuire ad un buon governo per Città».

Continua a mancare, dalla riflessione politica, almeno a caldo, un dato essenziale. Già al primo turno a’affluenza degli elettori non è stata proprio da record, ma al ballottaggio ha votato poco più di mezza città, ma risultando validi i voti solo di metà città esatta. Di questi, poi, il 58% circa ha scelto Di Pangrazio, e il 42 Genovesi, in sostanza due forti minoranze, a conti fatti. Il messaggio dell’altra metà degli avezzanesi meriterebbe, probabilmente, una maggiore attenzione.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *