Diecimila capi di abbigliamento intimo per bambini sequestrati dalla Finanza dell’Aquila

L’AQUILA – La Guardia di Finanza di L’Aquila ha controllato numerosi negozi della provincia e sequestrato oltre 10.000 capi di intimo per bambini.

Tra questi, in particolare, sono stati rinvenuti indumenti di maglieria, recanti immagini dei più noti personaggi di fumetti e cartoni animati, posti in vendita all’interno di confezioni sprovviste delle obbligatorie informazioni in lingua italiana e quindi in violazione della normativa vigente in materia.

La merce proposta ai consumatori, senza i citati requisiti, è stata sottoposta a sequestro amministrativo per la violazione delle prescrizioni dettate dal Decreto Legislativo n. 206/2005 – “Codice del consumo” mentre il titolare dell’attività commerciale è stato multato con la sanzione pecuniaria da € 516,00 a € 25.823,00.

Considerata la possibile disponibilità degli stessi articoli su tutto il territorio nazionale, sono stati attivati i reparti del Corpo competenti che, infatti, in queste ore, stanno effettuando analoghi e ulteriori controlli.

La specifica azione ispettiva della Guardia di Finanza mira, dunque, a tutelare la salute dei consumatori ed a contrastare e reprimere la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza in un mercato competitivo, ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di eque condizioni di concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.