Domenica d’esame per i nuovi soccorritori della Croce Rossa Italiana di Sulmona

SULMONA – È stato fissato per domenica prossima, nel palazzetto dello sport di Castel di Sangro, l’esame per i volontari della Croce Rossa Italiana. In commissione Anna Mancinelli (presidente comitato Sulmona), Mini Cytron (direttore del corso) e dai docenti Valeria Merolli e Gianluca Colantoni.

Il Corso, promosso dal Comitato di Sulmona, è stato programmato per rispondere alle richieste pervenute da residenti nella zona di Castel di Sangro di diventare Volontari della Croce Rossa Italiana, ma anche per poter incrementare le forze impegnate nelle risposte alle esigenze del territorio. Il Comitato, infatti, oltre alla sede del Comitato a Sulmona, estende il suo intervento con altre quattro Unità Territoriali che interessano i territori di Campo di Giove, Castel di Sangro, Raiano, Scanno. I 28 corsisti hanno seguito un programma con lezioni sulla Storia della Croce Rossa, sul Diritto Internazionale; sull’analisi dei Bisogni e sulla Progettazione; sulla Salute e la Sicurezza degli Operatori Volontari oltre a lezioni sul Primo Soccorso e le Manovre Salvavita.

Con gli esami in programma domenica prossima termineranno il loro percorso di accesso alla Associazione e come Volontari saranno impegnati in ausilio per le persone, ma soprattutto con le persone, all’interno della propria comunità. Metteranno a frutto le proprie competenze acquisite per migliorare le condizioni di vita dei vulnerabili, chiunque essi siano, senza alcuna differenza di nazionalità, religione, sesso o altro. Insieme agli oltre 150.000 volontari presenti sul territorio nazionale saranno impegnati, nel rispetto dei Sette Principi di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, negli ospedali, nelle case riposo, sulle ambulanze, nei centri sportivi, nelle scuole e in situazioni di eventuali emergenze. I volontari contribuiranno, come i loro colleghi in tutta Italia, a difendere la salute e la vita, a diffondere i Principi e Valori di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e a formare cittadini responsabili di oggi e di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.