Elezioni Comunali Avezzano. I coordinatori di Fratelli d’Italia: «Il nostro partito non è un tram. Dentro o fuori»

Sigismondi, Biondi e Appetiti si riferiscono all’annuncio di Maurizio Bianchini di qualche giorno fa

AVEZZANO – «Apprendiamo di “autosospensioni” dal partito che reputiamo irricevibili dato che Fratelli d’Italia non è un taxi da cui salire e scendere per l’occorrenza e a convenienza». Cosi, in una nota congiunta, si esprimono il Coordinatore Regionale Etelwardo Sigismondi, il Coordinatore Provinciale Pierluigi Biondi e il coordinatore di Avezzano di Fratelli d’Italia, Roberto Alfatti Appetiti.

Una dichiarazione che arriva a due giorni dall’annuncio di autosospensione dell’esponente del partito della Meloni, Maurizio Bianchini (fatto su altra testata), che è stato poi oggetto di ringraziamenti da un altro candidato Sindaco ad Avezzano, ovviamente diverso da Tiziano Genovesi, per l’aiuto in questa fase preliminare di campagna elettorale. Una sorta di preannuncio di espulsione, stando così le cose, che si può evincere dal tono col quale i tre coordinatori meloniani proseguono la loro nota congiunta.

«Fratelli d’italia ha sempre lavorato, secondo anche una precisa indicazione dei dirigenti locali, nel segno della discontinuità col passato e per la ricerca dell’unità del centrodestra. In queste ore sono in via di conclusione gli adempimenti necessari per il deposito della lista, che a giorni verrà presentata con una manifestazione pubblica. Stiamo dunque coerentemente lavorando all’interno del centrodestra – dicono Sigismondi, Biondi e Appetiti – e a fianco del candidato sindaco Tiziano Genovesi, animando una lista di donne e uomini, che ringraziamo e che saranno capaci di qualificare e caratterizzare l’azione politico- amministrativa della città. È evidente che chi dovesse decidere di sostenere o candidarsi in liste contrapposte a Fratelli d’Italia e al centrodestra rende inevitabilmente incompatibile la propria permanenza nel partito.

In sostanza, Bianchini non può annunciare alcuna autosospensione da Fratelli d’Italia. Per Sigismondi, Biondi e Appetiti, o è dentro Fd’I, e allora sostiene Genovesi, oppure è fuori e appoggia chi vuole da libero cittadino, senza alcuna tessera e/o vincolo di partito.

7 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *