Elezioni Comunali Avezzano. Sabrina Nanni rinuncia alla candidatura: «Resto nelle associazioni contro mafie e illegalità»

AVEZZANO – In mezzo a tanti annunci di candidature alle prossime elezioni comunali di Avezzano, c’è invece chi annuncia un passo indietro, e non per stroncature preventive da fuoco amico, o perché ritrovatosi senza… esercito, o altro ancora. No, questa volta parliamo di chi ha fatto una scelta consapevole e precisa. E anche scomoda, per certi versi. Parliamo, per la precisione, di Sabrina Nanni che, alla candidatura al Consiglio comunale di Avezzano, ha preferito restare attiva nelle associazioni che lottano contro mafie e illegalità. Una attività che la contraddistingue ormai da anni

Sabrina Nanni con l’On. Cosimo Maria Ferri e Sergio Gaglianese vice Presidente Confassociazioni

La Nanni è Vice Segretario Generale “Real Estate Confassociazioni” che conta oltre 1.180.000 mila iscritti, nonché Vice Presidente Abruzzo con delega su Avezzano, Responsabile legalità regione Abruzzo Idv, Presidente  Nazionale dell’Associazione Aiceberg  (Associazione  Nazionale  Amministratori -Imprese  e Condomini). E’ stata chiamata anche al tavolo parlamentare del 6 luglio 2020 in qualità di esperta per i casi espletati con lo sportello antitruffa condominiale (circa 200 esposti/denunce contro amministratori di condominio, poco trasparenti a livello nazionale, sul post-sisma di L’Aquila ed altri casi simili) e come Responsabile  dell’Osservatorio Legalità Idv,  sulla Riforma Condominiale, ha trattato il tema argomento del bonus 110% come opportunità per far ripartire le imprese. Tante ad oggi le battaglie fatte dalla Nanni a favore dei cittadini, subendo anche intimidazioni personali conseguenza di denunce presentate, dalla stessa Nanni, contro soggetti della zona che, ad oggi, stanno diventando di rilevanza Nazionale. Casi arrivati, grazie al Senatore Lannutti ed ad un gruppo di senatori, all’attenzione dei ministri di competenza grazie ad interrogazioni portate in Senato.

Sabrina Nanni

Così Sabrina Nanni spiega la sua decisione di non candidarsi: «A seguito della mia indipendenza intellettuale, nonché delle richieste dei cittadini a non mollare il mio lavoro, sono costretta a scegliere di non candidarmi alle prossime elezioni Amministrative di Avezzano. Scelgo, invece, di restare accanto ai cittadini, per continuare a seguire le battaglie intraprese o per migliorare questa città indipendentemente dal ruolo amministrativo. Lo farò ugualmente, ma – dice Sabrina Nanni – direttamente con i miei ruoli nazionali, politici e non, intensificando la mia attività a tutela dei cittadini e quindi per aiutarli in maniera diretta seguendo alcune storiche mie battaglie, compresa quella del semaforo Killer T-Red di Avezzano. Ho ricevuto molti messaggi dai cittadini, tutti bellissimi, e ne ricevo ogni giorno su Facebook, senza parlare degli attestati di stima da parte di chi, anche non conoscendomi di persona, mi incontra per strada e mi invita a proseguire con la mia attività. Alcune cose avrei voluto fare per la città in cui vivo, qualora fossi stata eletta in Consiglio comunale, cose che ritengo semplici ma necessarie: occuparmi soprattutto di sociale e legalità visto che, da anni, sono impegnata a mie spese su questi fronti facendo parte anche dell’Associazione contro le Illegalità e Mafie “Antonino Caponnetto”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.