Emergenza cinghiali a Penne. Angela Pizzi incontra il vice presidente Cia Mauro Di Zio

PENNE – Proseguono gli incontri della candidata sindaco della lista Penne Prossima, Angela Pizzi, che si sta confrontando con gli esponenti della società civile.

Martedì scorso la sede elettorale di piazza Luca da Penne ha ospitato il vice presidente nazionale della Confederazione Italiana degli Agricoltori (CIA) Mauro Di Zio, già presidente CIA Abruzzo nonché sindaco di Loreto Aprutino.

Dopo aver raccolto le proteste degli abitanti di Collalto e di altre contrade di Penne invase dai cinghiali, la candidata sindaco ha voluto conoscere le politiche nazionali che si sono rivelate più efficaci per la salvaguardia dei lavoratori e dei loro raccolti dalle razzie dei selvatici.

Angela Pizzi

«Prima della tutela dei beni viene la sicurezza dei cittadini», ha sottolineato Angela Pizzi, che durante l’incontro con i pennesi residenti a Collalto, parlando con il direttore della Cogecstre Osvaldo Locasciulli, ha ottenuto ampie rassicurazioni sull’efficacia delle gabbie per la cattura non cruenta dei cinghiali.

«La legge 394 del 1991 non impedisce la caccia di selezione dentro e fuori le riserve – ha spiegato Mauro Di Zio – . La caccia di selezione e l’uso delle gabbie possono tranquillamente essere utilizzate insieme per far fronte all’emergenza, ma è necessario sia formare i cacciatori che gli utilizzatori delle trappole».

La candidata sindaco della lista Penne Prossima si è quindi impegnata a promuovere, mettendo insieme Regione, Provincia, Comuni vestini, Riserva Lago di Penne e associazioni dell’agricoltura, un Tavolo di lavoro sull’emergenza cinghiali, allo scopo di pianificare azioni comuni volte a utilizzare i metodi più rapidi ed efficaci per mettere fine a danni e pericoli.

Domani venerdì 24 settembre, la candidata Pizzi alle ore 21 terrà un incontro in contrada Casale presso il “bar Casale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.