Emergenza Covid-19. A Prezza arriva il test rapido naso-faringeo ad antigene

PREZZA – Tampone rapido naso-faringeo a Prezza per un quasi immediato risultato e, quindi, tempi più brevi per la mappatura dei positivi e dei negativi. Lo annuncia la Sindaca di Prezza, Marianna Scoccia, che prevede di acquistare altri tamponi del genere al fine di velocizzare la massimo queste operazioni. Un tampone, secondo la Sindaca peligna che dovrebbe essere introdotto anche a scuola per ridurre i tempi di reinserimenti degli studenti in classe. Tutti suggerimenti che la Scoccia gira all’assessore regionale Verì sperando, dice, di non incorrere in una nuova diffida da parte della stessa Verì.

Marianna Scoccia, Sindaca di Prezza

«A Prezza arriva il test che rileva il Covid dopo 24/48 ore. Il nuovo test, eseguito tramite tampone naso-faringeo, ha il vantaggio di un prelievo rapido e semplice, e di una risposta accurata già dai primi giorni dopo aver contratto il virus: infatti – annuncia la Sindaca Marianna Scoccia – consente un rilevamento del Virus molto precoce (24/48 ore dopo aver contratto l’infezione). In questo momento di emergenza ritengo che la rapidità sia fondamentale – aggiunge il Primo Cittadino – e bisogna farsi trovare preparati, giocando d’anticipo. Il sistema sanitario è in sofferenza e qualora ce ne fosse necessità noi siamo pronti – prosegue la Scoccia in relazione alla seconda ondata dell’emergenza – . Sarebbe necessario che questo test rapido approdasse anche nelle Scuole: ad oggi i tempi di diagnosi e reinserimento in classe, per un bambino, risultano essere lunghi. Il tutto a discapito delle famiglie e del bambino stesso – aggiunge Marianna Scoccia in relazione al tema scuole – . Ne acquisteremo un centinaio e nei prossimi giorni vedremo come utilizzarli. Il prodotto è marcato CE, ed è regolarmente Iscritto al Ministero della Salute come Dispositivo Medico IVD al N. 1984580. Chissà se anche questa volta l’Assessore alla Sanità Verì – aggiunge la Sindaca Scoccia – perderà tempo prezioso nel far redigere diffide contro di me oppure, finalmente, si occuperà dei problemi della Sanità Abruzzese. Il Coronavirus può essere sconfitto: il senso di responsabilità e rispetto delle regole da parte di tutti noi – conclude la Scoccia – può fare la differenza».

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *