Ferrovia Veloce Roma-Avezzano-Pescara. “ABC”: «Il Sindaco dell’Aquila Biondi fa finta di non capire»

Lezione di geometria del gruppo cittadino comunista e ambientalista: «Una retta è sempre la via più veloce per unire due punti…»

AVEZZANO – Il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi fa finta di ignorare la legge geometrica in base alla quale la via più breve per unire due punti è una linea retta.

A sostenerlo è il gruppo dirigente di “Avezzano Bene Comune“, il raggruppamento della Sinistra Comunista e Ambientalista di Avezzano, che chiarisce come Biondi faccia finta di non capire che passando per L’Aquila, la ferrovia veloce Roma-Avezzano-Pescara perderebbe il suo motivo principale di esistere e fondante: essere veloce, con una percorribilità più breve e rapida.

Questa la nota di “Avezzano Bene Comune”: «Il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi non ha capito nulla del progetto della nuova linea ferroviaria ad alta velocità tra Roma e Pescara. Il progetto ha come scopo la diminuzione drastica del tempo di percorrenza su rotaia tra la capitale e la costa abruzzese. La Marsica si trova esattamente sulla retta che congiunge le due città e, come il sindaco Biondi sicuramente ricorderà, il percorso più veloce è sempre una linea retta. Se la nuova ferrovia dovesse passare per L’Aquila il percorso dovrà necessariamente essere più parabolico e, dunque, dato che il tempo di percorrenza si allungherà inevitabilmente, verrà meno lo scopo primario del progetto. Inoltre i costi saranno decisamente più alti dato che, mentre per la tratta Roma-Pescara passante per la Marsica si parte da una base già esistente, la tratta passante per il capoluogo abruzzese prevederebbe la costruzione di un nuovo importante tracciato nella prima parte; senza contare i costi per il rifacimento della stazione dell’Aquila. Nel frattempo il presidente della regione Marco Marsilio, nonostante la grande attenzione mediatica, è scomparso come Houdini e tace sull’importante questione della linea ferroviaria». Avezzano Bene Comune – Il gruppo dirigente.

Bene han fatto da ” Avezzano Bene Comune” a ricordare questi principi di apparente ovvietà. In passato, e parliamo di poco meno di 60 anni fa, un dilemma identico riguardò il traffico su gomma con la scelta di percorsi autostradali da Roma per Pescara. Anche in quel caso, come noto, la… “ciambella” alla fine risultò sbalorditivamente la via più veloce. Ma si sa, la politica è l’arte dell’impossibile, e all’epoca c’erano dei bei… maghi! In Abruzzo soprattutto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.