Fondi cancellati da Marsilio per il Fucino. Mario Babbo: «Di Pangrazio e Genovesi referenti del governo regionale? Spieghino agli avezzanesi»

Mario Babbo

AVEZZANO – Cancellazione dei fondi per l’impianto irriguo del Fucino, Mario Babbo e il Partito Democratico all’attacco di Genovesi, Lega, e Di Pangrazio (considerato una sorta di Lega-bis) e del governo regionale Marsilio reo dell’ennesimo scippo ai danni della Marsica.

«Cancellati in un colpo solo i 50 milioni per l’opera idraulica dell’irriguo del Fucino. Ennesimo colpo della Giunta regionale alla città di Avezzano e al territorio fucense” queste le dichiarazioni del Candidato Sindaco Mario Babbo in riferimento alla notizia della rimodulazione dei fondi europei tra cui i fondi masterplan per il Fucino.

Mario Babbo

Riprende Mario Babbo affondando direttamente sui candidati sindaco Giovanni Di Pangrazio e Tiziano Genovesi: «Con la delibera n. 416/2020 la Giunta regionale ha tagliato i 50 milioni destinati ad un’opera attesa da decenni e che, ora, invece di vedere la luce, rischia di essere perduta per sempre. Mi piacerebbe conoscere  l’opinione dei candidati Genovesi e Di Pangrazio in merito a questo taglio, visto che rivendicano di fare diretto riferimento al Governo regionale. Gli avezzanesi hanno il diritto di sapere se Genovesi e Di Pangrazio sono in grado di assumere l’impegno di far ripristinare questi fondi dai loro amici in Regione, difendendo il territorio da questo taglio scellerato. L’agricoltura e il sostegno all’imprenditoria locale ha un posto di assoluto rilievo nel nostro programma elettorale. Abbiamo le idee chiare su come mettere a disposizione dei nostri agricoltori tutto il sostegno istituzionale di cui hanno bisogno verso Roma e verso Bruxelles».

Sulla questione prende posizione anche il Partito Democratico: «La scelta del Governo Marsilio è l’ennesimo danno alla Marsica – dichiara Lorenza Panei, candidata alle prossime elezioni amministrative –  Dopo il disastro sulla sanità, la situazione ingestibile dell’ospedale di Avezzano, il pasticcio sui precari, il diciottesimo posto in Italia per la spesa dei fondi europei ora anche il taglio dei fondi per l’irriguo del Fucino. Il Governo del centrosinistra aveva garantito questi fondi e dato risposte al comparto dell’agricoltura per un rilancio economico del territorio nel segno dell’innovazione e della valorizzazione del tessuto imprenditoriale. Daremo battaglia perché questa scelta sia immediatamente rivista e scongiurata».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.