Francavilla al Mare ricorda Antonio Galasso con un premio a lui dedicato

FRANCAVILLA AL MARE – Quando una città di attiva per ricordare un qualche suo cittadino che oltre ad essersi distinto nell’ambito della sua attività lavorativa, ha offerto anche impegno e collaborazione per far crescere la cultura, è sempre bello e piacevole scriverne.

È quanto è accaduto a Francavilla al Mare dove, per ricordare l’imprenditore e mecenate della cultura Antonio Galsso, è stato istituito un premio – appunto il Premio Antonio Galasso – che nello specifico si indirizza verso l’arte, la letteratura, la cultura, l’imprenditoria e la politica.

Numerose e di notevole livello artistico-culturale le opere presentate per i diversi settori che hanno creato non poche difficoltà alla giuria al momento della scelta dei vincitori.

È stata la famiglia Galasso a volerlo e, per realizzarlo ha operato in stretta collaborazione con diverse associazioni culturali del territorio – Omniartis, Irdidestinazionearte, The human post, Endas cultura Abruzzo, Associazione Sandro Pertini, museo Guidi di Forte dei Marmi, Ets Luca Romano, Comitato Le donne dell’Angelo – ed ha nominato quale presidente del premio, il critico d’arte Massimo Pasqualone.

Antonio Galasso

Così, nell’ambito del Francavilla Urban Festival, sabato 23 aprile alle ore 9 presso il Drago Verde Sand-Food di Francavilla, si terrà la premiazione dei vincitori di questa prima edizione che riceveranno i riconoscimenti dalle mani del Presidente del premio, Massimo Pasqualone e del Console onorario della Repubblica moldava, Roberto Galanti:

Adriano De Stephanis, Carmine Di Giovanni, Valerio Baldassarre,  Francesco Todisco, Enrico Bruno, Pino Candeloro , Sara Caramanico, Pina Rosato,  Emilio Patrizio, Sandro Lucio Giardinelli, Maurizio Di Sante Marolli , Maurizio Rapino, Franco De Merolis alla memoria, Francesco Zaccaria , Vivienne Strizzi, Iryna Shcherbakova, Denis Guidone, Nicolino Di Quinzio, Roberto Angelucci, Daniele D’Amario, Cinzia Santoferrara, Maria Luisa Parca, Pasquale Crispino,  Nicola Di Rico, Sandro Bruno, Marcello Borrone , Lucrezio Paolini, Luca Ortu Antonio Luciani, Maria Rosaria Sisto,  Mario Amicone.

Nel corso della cerimonia di premiazione sarà l’appassionato e critico d’arte Valerio Baldassarre a tracciare un affettuoso ricordo del compianto imprenditore e poi il giudice Italo Radoccia, attualmente in servizio presso il Tribunale di Chieti ma anche autore di interessanti saggi letterari e poeta, che delineerà il rapporto che intercorre tra imprenditoria e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.